Il parcheggio di via Lazio interno all’Ospedale funziona. “Cacciati” gli abusivi

E i vertici dell'ospedale pensano di aumentare gli spazi per gli utenti anche negli altri parcheggi

04 febbraio 2016
Guarda anche: Varese
FB_IMG_1454575169595

FB_IMG_1454575169595

Il primo bilancio sul parcheggio interno all’ospedale  in via Lazio, è positivo. Il direttore generale Callisto Bravi ha esposto i risultati ottenuti dopo l’apertura del parcheggio di via Lazio, che ha consentito agli utenti di poter utilizzare oltre trecento nuovi posti auto, durante la commissione Urbanistica di ieri.

“L’operazione che abbiamo fatto ha avuto effetti anche strabilianti – ha spiegato il direttore – la situazione ha portato un ordine in ospedale e la possibilità per chi ha veramente bisogno di usare la struttura interna”.

Gli accessi vedono il 39% di utenti che rimane meno di un’ora, e quindi esce senzs pagare, dal momento che non scatta la tariffazione.
Il 14% invece rimane per un’ora, il 27% per due ore, il 7% per tre ore e il 6% per quattro ore. Oltre le quattro ore, dopo aver raggiunto il costo di quattro euro, la tariffazione si ferma. Ma è solo il 5% che supera le quattro ore di sosta.
“La risposta della gente è positiva, è contenta di trovare un posto vicino agli ambulatori”.
In più la razionalizzazione dell’area di sosta ha potuto far scoprire ed eliminare una serie di “abusi” che venivano effettuati da alcune persone. Senza entrare nei dettagli, il direttore si è limitato a dire che “c’erano persone che parcheggiavano l’auto, lasciandola magari tutto il giorno, per recarsi al lavoro a Milano. O addirittura qualcuno, residente nelle vicinanze, usava il parcheggio quasi come fosse suo”.

Insomma, dei comportamenti illeciti che oggi sono stati cancellati.
Dei 600 posti auto presenti in via Lazio, 250 sono riservati ai dipendenti e 50 ai disabili. Ma questi ultimi sono sottoutilizzati, perché mediamente ne sono occupati 5 al giorno, a fronte degli 800 pass rilasciati dall’ospedale. In ogni caso l’ospedale consente l’ingresso gratuito anche a 130 persone dializzate.

Le altre aree di sosta attorno all’ospedale sono quella di piazzale Avis, con 330 posti riservati ai dipendenti, un’altra area per dipendenti in via San Michele del Carso, circa 300 posti, e quindi il multipiano di via Guicciardini, con 361 posti per dipendenti e 286 per gli utenti. Qui l’utilizzo è del 100%, e infatti Bravi lancia un appello ad utilizzare di più il parcheggio di via Lazio. I futuri progetti prevedono dj trovare nuove soluzioni per i dipendenti, in modo da liberare maggiori posti per gli utenti sia nel multipiano che in piazzale Avis.
Il parcheggio multipiano privato, aperto nei mesi scorsi vicino al Tigros, sta invece registrando una bassa utenza.
A chiedere la commissione è stato il consigliere comunale di Movimento Libero Alessio Nicoletti, che ha proposto un confronto periodico tra Comune e Ospedale. Nicoletti ha anche proposto di riaprire il passaggio pedonale di via Tamagno. Ma per motivi di sicurezza il direttore non lo ritiene opportuno, chiedendo al Comune di avvicinare, se possibile, la fermata dell’autobus a via Lazio.
Per l’amministrazione erano presenti l’assessore all’Urbanistica Fabio Binelli e l’assessore alla Polizia Locale Carlo Piatti.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti