Il numero due del governo Renzi incontra una famiglia di varesini con Davide Galimberti

Il sottosegretario Luca Lotti è stato presente a Varese nella serata di ieri

23 marzo 2016
Guarda anche: PoliticaVarese
GalimbertiLottiVarese

ci

“Sono molto contento dell’attenzione che il Sottosegretario Luca Lotti ha dato alla città di Varese e per il sostegno alla mia candidatura”. Così Davide Galimberti, candidato sindaco a Varese per il centro sinistra in occasione della visita di Luca Lotti a Varese. All’incontro c’erano anche la deputata del Partito Democratico Maria Chiara Gadda e Alessandro Alfieri, segretario regionale.

“E’ stata una giornata molto intensa – ha dichiarato Davide Galimberti – e con il sottosegretario abbiamo fatto visita prima ad una palestra per toccare con mano l’impegno di quei cittadini che dedicano un po’ del loro tempo ai nostri ragazzi, diffondendo i valori dello sport, dell’amicizia e dell’inclusione sociale. Subito dopo siamo stati invitati in casa di una famiglia varesina per discutere dei problemi delle giovani coppie con figli e le aspettative per il futuro”.

Alla giovane famiglia Luca Lotti ha spiegato tutti gli interventi che in questo campo il Governo sta facendo per migliorare la qualità della vita delle famiglie italiane. “Ad esempio  – ha spiegato il sottosegretario  – con il Job Act oggi una coppia può recarsi finalmente in banca per avere un mutuo e avere qualche certezza in più sul futuro”. E in questo senso dalla famiglia è emersa l’importanza anche di interventi come gli “80 euro”: “Noi abbiamo beneficiato di questa misura – ha spiegato il padrone di casa – ci ha dato ossigeno e ci ha aiutato molto visto che abbiamo anche 3 figli”.

Il candidato Davide Galimberti ha posto poi all’attenzione del Governo i temi a lui particolarmente cari e al centro della campagna elettorale di Varese: come l’intervento dell’Arcisate Stabio che ha ripreso i lavori proprio grazie agli ulteriori finanziamenti stanziati dal Governo Renzi e dall’impegno in prima persona del Sottosegretario Lotti che ha delega al Cipe. Ma si è parlato anche del rilancio economico della città, della riqualificazione delle periferie e della sicurezza.

“Varese –  ha proseguito Galimberti – grazie al completamento dell’Arcisate-Stabio, non sarà più il capolinea del trasporto ferroviario, ma costituirà un importante snodo capace di mettere la città in collegamento diretto con la Svizzera e Como. Non più  stazione di arrivo, ma di transito con tutto quello che ne consegue sotto il profilo economico, sociale e culturale. Finalmente Varese  potrà essere una città Europea  e potrà uscire dall’isolamento in cui purtroppo il ventennio leghista l’ha tenuta.  Il completamento dell’opera è strategico per Varese perché questo consentirà di trovare prospettive diverse e riqualificare un comparto, quello delle stazioni, fortemente degradato ed insicuro”.

Ma si è parlato anche dell’importanza delle scuole, tema molto sentito dalla famiglia a cui Lotti e Galimberti hanno fatto visita. Il sottosegretario ha illustrato i punti cardine della Riforma “La Buona Scuola” e l’importanza che avrà per il futuro dei nostri figli e della loro istruzione. Davide Galimberti poi ha sottolineato come: “In questi anni il comune di Varese si sia fatto sfuggire la possibilità di investire almeno 13 milioni di euro (più del 10% del suo bilancio annuale del comune) per riqualificare gli edifici scolastici e far vivere i bambini in luoghi più moderni,  sicuri e adeguati. Si trattava di fondi derivanti dalle deroghe del patto di stabilità e risorse messe a disposizione dal Governo.

Insomma grande sintonia tra Luca Lotti e il candidato sindaco a Varese Davide Galimberti. Il sottosegretario si è mostrato molto soddisfatto di aver potuto toccare con mano due spaccati sociali varesini durante la sua visita: una famiglia con i suoi problemi quotidiani e aspirazioni per il futuro e l’impegno sociale e sportivo dei volontari di una palestra.

“Con il Sindaco Davide Galimberti sono sicuro che Varese potrà fare un salto di qualità ha concluso Lotti-. E’ l’uomo giusto per questa città anche per questo suo porsi al servizio dei cittadini in modo sobrio determinato e con un metodo di ascolto e confronto diretto che entra nelle case dei varesini”.

Tag:

Leggi anche:

  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad
  • Varese weekend nero: finale playoff persa e dimissioni del presidente

    Il Varese chiude la stagione senza festa e senza sorrisi. L’ultima partita dell’anno, ovvero la finale playoff di Serie D, finisce con la vittoria del Gozzano che passa al “Franco Ossola” 2-0 grazie ai gol di Gulin e Segato. Buon primo tempo per i biancorossi, ma ripresa da dimenticare