Il mondo applaude Vasco Rossi e il suo Modena Park

Battuto ogni record per la festa che ha visto la celebrazione dei quarant'anni di carriera del rocker di Zocco

02 luglio 2017
Guarda anche: AperturaAttualitàItalia

Puntualissimo alle ore 21 con la mitica Colpa d’Alfredo e quell’urlo “Modena, Modena Park”: è iniziato così il mega concerto di Vasco Rossi che ieri sera ha richiamato l’attenzione di 220 mila fans oltre tutti quelli collegati dagli Space Cinema d’Italia e dai salotti di casa grazie a Rai Uno.
Il Komandante non ha deluso le aspettative regalando quasi quattro ore di concerto da pelle d’oca ed andando a toccare tante delle sue hit dagli anni ottanta ad oggi con medley romantici, canzoni d’amore e rock allo stato puro, vedi Rewind con tanto di lancio organizzato di reggiseni bianchi. Non sono mancati nemmeno gli ospiti: Gaetano Curreri ha accompagnato al piano più di un successo del Vasco ed è stato proprio lui ad intonare Albachiara, la più classica e toccante delle chiusure. “L’amore vince sulla paura, questa sera abbiamo vinto noi, siete dei grandi e ce la farete tutti” ha urlato alla fine il cantautore dei record lasciando spazio ad un altro spettacolo da brividi: un’infinita serie di fuochi d’artificio che ha incorniciato magistralmente la degna conclusione di un concerto che non solo sarà il concerto dei record, ma sarà una vera e propria leggenda,  così come lo è l’incredibile ed infinito Vasco Rossi.

Tag:

Leggi anche: