Giovani pensatori diversamente abili all’Università dell’Insubria

Il professor Minazzi svela i contenuti della settima edizione del progetto

01 dicembre 2015
Guarda anche: Varese
insubria università

Il Progetto dei Giovani Pensatori diversamente abili si presenta: il prossimo 4 dicembre dalle ore 15 alle 18, nell’Aula Magna del Collegio Cattaneo, via Dunant 5, Varese, è in programma un seminario per raccontare l’esperienza dell’apertura al pensare filosofico dei ragazzi con disabilità nell’ambito del Progetto dei Giovani pensatori dell’Università degli Studi dell’Insubria.

Giunto alla sua Settima Edizione, il Progetto di didattica filosofica del Centro Internazionale Insubrico, diretto dal professor Fabio Minazzi, ha quale connotazione primaria quella di ritenere l’interrogazione filosofica un patrimonio di pensiero che intende abbracciare bambini e giovani di ogni ordine di scuola e di capacità cognitiva; quest’anno è dedicato al tema “Filosofia, critica e conoscenza”.

Partecipano all’incontro: Fabio Minazzi (direttore Centro Internazionale Insubrico, Università degli Studi dell’insubria), Il filosofare come diritto civile: Il progetto dei Giovani pensatori; Emanuele Boscolo (Università degli Studi dell’Insubria), Crisi finanziaria e sostenibilità dei diritti sociali: il caso del diritto all’inclusione scolastica dell’alunno disabile; Silvia Torraca (Università degli Studi dell’Insubria), Diritti fondamentali e riparto di giurisdizione: il diritto al sostegno scolastico del disabile come “terreno di scontro” tra giurisdizioni; Rita Bartolini (Università Bicocca, Milano), Luce e ombra nello stesso giorno; Giovanna Brebbia (medico), presentazione dei video, Il lavoro piace, Friendly a cura di Giovanna Brebbia; Monica Stramaccia (Istituto Comprensivo Pellico, Varese 2), BES come Ben Essere a Scuola: quale inclusione?; Marika Colombo, Alberta Iovino, Maria Luisa Tomasina, Rita Vergerio (Scuola primaria S. Benedetto di Voltorre), Prendiamoci il nostro tempo…; Katia Catalano (poetessa), Pur nei versi non c’è diversità; Marina Lazzari (Centro Internazionale Insubrico), Costruire la casa filosofica, Le ragioni del progetto dei Giovani pensatori diversamente abili; Stefania Barile (Centro Internazionale Insubrico), presentazione della Mostra fotografica “La Persona Down. Progettiamo un futuro adulto” organizzata da Giovanna Brebbia, fotografie di Carlo Meazza.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti