Giovani pensatori diversamente abili all’Università dell’Insubria

Il professor Minazzi svela i contenuti della settima edizione del progetto

01 dicembre 2015
Guarda anche: Varese Città
insubria università

Il Progetto dei Giovani Pensatori diversamente abili si presenta: il prossimo 4 dicembre dalle ore 15 alle 18, nell’Aula Magna del Collegio Cattaneo, via Dunant 5, Varese, è in programma un seminario per raccontare l’esperienza dell’apertura al pensare filosofico dei ragazzi con disabilità nell’ambito del Progetto dei Giovani pensatori dell’Università degli Studi dell’Insubria.

Giunto alla sua Settima Edizione, il Progetto di didattica filosofica del Centro Internazionale Insubrico, diretto dal professor Fabio Minazzi, ha quale connotazione primaria quella di ritenere l’interrogazione filosofica un patrimonio di pensiero che intende abbracciare bambini e giovani di ogni ordine di scuola e di capacità cognitiva; quest’anno è dedicato al tema “Filosofia, critica e conoscenza”.

Partecipano all’incontro: Fabio Minazzi (direttore Centro Internazionale Insubrico, Università degli Studi dell’insubria), Il filosofare come diritto civile: Il progetto dei Giovani pensatori; Emanuele Boscolo (Università degli Studi dell’Insubria), Crisi finanziaria e sostenibilità dei diritti sociali: il caso del diritto all’inclusione scolastica dell’alunno disabile; Silvia Torraca (Università degli Studi dell’Insubria), Diritti fondamentali e riparto di giurisdizione: il diritto al sostegno scolastico del disabile come “terreno di scontro” tra giurisdizioni; Rita Bartolini (Università Bicocca, Milano), Luce e ombra nello stesso giorno; Giovanna Brebbia (medico), presentazione dei video, Il lavoro piace, Friendly a cura di Giovanna Brebbia; Monica Stramaccia (Istituto Comprensivo Pellico, Varese 2), BES come Ben Essere a Scuola: quale inclusione?; Marika Colombo, Alberta Iovino, Maria Luisa Tomasina, Rita Vergerio (Scuola primaria S. Benedetto di Voltorre), Prendiamoci il nostro tempo…; Katia Catalano (poetessa), Pur nei versi non c’è diversità; Marina Lazzari (Centro Internazionale Insubrico), Costruire la casa filosofica, Le ragioni del progetto dei Giovani pensatori diversamente abili; Stefania Barile (Centro Internazionale Insubrico), presentazione della Mostra fotografica “La Persona Down. Progettiamo un futuro adulto” organizzata da Giovanna Brebbia, fotografie di Carlo Meazza.

Tag:

Leggi anche:

  • Università dell’Insubria: presentato il progetto dei Giovani Pensatori

    La tematica generale di quest’anno è Il filosofo e la città: quale civiltà? trattata secondo la tradizione del dialogo filosofico, aprendo le porte della casa filosofica comune e rivolgendosi, quest’anno in particolare, alla città, con i giovani e i giovanissimi pensatori provenienti da
  • Università dell’Insubria: una targa per ricordare i docenti licenziati dal fascismo

    La targa è stata svelata oggi alla presenza del Magnifico Rettore, professor Alberto Coen Porisini, e del Sindaco di Varese, Davide Galimberti, nell’Aula Magna del Collegio Cattaneo al Campus di Varese, durante i lavori del convegno nazionale di studio dedicato a “Piero Martinetti: l’impegno
  • Il ricordo del filosofo Martinetti all’Università dell’Insubria

    Il convegno riunirà tre diverse generazioni di filosofi – da Fulvio Papi (emerito dell’ateneo pavese), Carlo Sini (Socio Nazionale dell’Accademia dei Lincei) ed Ettore Brissa (già dell’Università di Heidelberg), a qualificati docenti di filosofia della generazione di mezzo, come
  • Un anno da Giovani Pensatori per i ragazzi varesini

    «Questo progetto – dichiara il suo responsabile, il professor Fabio Minazzi, ordinario di Filosofia della Scienza all’Università degli Studi dell’Insubria – è cresciuto costantemente di anno in anno, mostrando le straordinarie capacità critico-creative che gli studenti – dai più