Giovani democratici in crescita a Varese. Giacomo Fisco si ricandida

In pochi mesi il circolo dei Gd di Varese è diventato il più grande della provincia

01 febbraio 2016
Guarda anche: PoliticaVarese Città
10614116_962119033803051_5376746538951387392_n

Una crescita esponenziale dei ragazzi che si sono avvicinati ai Giovani democratici. Portando il movimento giovanile del Pd ai primi posti per attivismo a Varese.

È con questo risultato positivo che Giacomo Fisco, segretario cittadino uscente dei Gd, si ricandidarà al congresso cittadino, che si svolgerà giovedì 4 febbraio nella sede provinciale del Pd di via Monte Rosa.

La “stagione dei congressi” si concluderà a marzo con l’elezione del segretario nazionale.
A Varese, si va verso la riconferma del segretario Fisco, per ora unico candidato.

Il numero degli iscritti è triplicato in pochi mesi, superando quota 30 e diventando così il più grande circolo della provincia.

“Questo risultato è stato ottenuto grazie soprattutto da un’intensa attività sul territorio – spiega Fisco – che ha visto i giovani democratici protagonisti su molti temi, dalla lotta al degrado di alcune vie del centro fino alla richiesta di aprire la biblioteca civica anche la domenica”.
Durante l’assemblea saranno presenti, oltre a diversi consiglieri comunali, il segretario cittadino Luca Paris e il candidato sindaco del Pd Davide Galimberti.

Il tema principale della serata, oltre all’elezione del segretario, sarà quello delle elezioni amministrative di giugno, in cui Gd sono pronti ad assumere un ruolo ancora più determinante di quello avuto durante le primarie, cercando probabilmente qualche rappresentanza all’interno della lista del partito democratico.

Le iniziative si moltiplicheranno da subito, tant’è che già il 5 febbraio alle ore 18.30 ci sarà il secondo “Aperattivo”, organizzato presso il bar “La Cupola”, in Via Donizetti e che avrà come titolo “Prospettive di un Pianeta. Dalla COP21 alle polveri sottili”.
Come relatori sono stati chiamati alcuni dei maggiori esponenti nazionali, come l’on. Chiara Braga, responsabile nazionale ambiente del PD, e Giacomo Grassi, esperto in Cambiamenti Climatici al CCR di Ispra. Sono stati coinvolti poi, oltre ai due deputati della provincia di Varese Maria Chiara Gadda e Angelo Senaldi, alcune voci locali sul tema dell’ambiente, come Federico Antognazza, assessore alle politiche ambientali e Dino De Simone, esponente di Legambiente ed esperto in fonti rinnovabili. Durante la serata si discuterà delle attuali problematiche e le possibili soluzioni future  legate al tema ambientale, prepotentemente salito all’onore delle cronache dopo i valori di inquinamento-monstre recentemente rilevati in moltissime città italiane.

Tag:

Leggi anche:

  • Calcio, Europe League – Il Milan si beve lo Shkendjia ed ipoteca i gironi

    Un match senza storia quello che ieri sera ha visto il Milan imporsi sui macedoni dello Shkendija. A San Siro, nel primo atto dei playoff di Europa League finisce addirittura 6 a 0 grazie alle doppiette di Silva e Montolivo a cui si sono aggiunte le reti di Borini ed Antonelli. Se è vero che gli
  • Janus River a Villa Recalcati

    Si terrà domani giovedì 17 agosto a partire dalle ore 10:3= presso l’Ufficio di Presidente di Villa Recalcati la conferenza stampa per accogliere Janus River, il ciclista ottantenne che da 17 anni sta girando il mondo a bordo della sua bicicletta. All’evento saranno presenti il Vicepresidente
  • La Piscina Manara di Busto Arsizio sarà la casa delle giovanili della BPM Sport Management

    La pallanuoto e Busto Arsizio: un legame che diventerà ancora più stretto nella stagione 2017/2018 grazie alla volontà di Sport Management di investire ulteriori risorse in una delle discipline più importanti per l’azienda e che ha nella Piscina Manara il fulcro della sua attività. La
  • Janus River: 
la tappa malnatese
 del giro del mondo ad 80 anni in bicicletta

    Passerà da Malnate Janus River, il ciclista ottentenne che dal 2000 si è proposto di fare il giro del mondo su due ruote, contando su un budget di 3 euro al giorno e la generosità di chi incontra. Classe 1936, la tempra che può avere solo chi nasce in Siberia, 17 anni fa ha iniziato il viaggio