Giornata del Volontariato: già prenotati la metà dei posti

Ottima risposta dei varesini all'evento in programma per il 12 settembre

27 agosto 2015
Guarda anche: Varese Città
solidarietà

Si intensifica l’attività organizzativa della giornata del 12 settembre che culminerà con “Aggiungi un pasto a tavola”,  la cena in piazza San Vittore dove siederanno oltre 500 varesini a testimoniare i valori della solidarietà verso chi si trova in condizioni di disagio.

L’iniziativa, proposta da Varesesolidale con la collaborazione del Comune di Varese e la Fondazione Comunitaria del Varesotto, farà diventare il centro storico della città una specie di passerella dedicata al mondo della solidarietà per far conoscere numerose realtà del privato sociale e far comprendere lo spirito di servizio che anima tanti nostri concittadini. Sarà anche un’opportunità offerta a tutti per avvicinarsi a questo mondo che rappresenta una importante componente positiva della società e misura il senso civico del territorio in cui viviamo.

Le attività in programma sono numerose: oltre alla presentazione delle associazioni in corso Matteotti dalle 15,00 alle 23,00, sono previsti intrattenimenti per le vie del centro con artisti di strada, momenti di avvicinamento allo sport in via Marconi, uno spazio bimbi con giochi e gare – sempre dalle 15,00 alle 23,00 – in piazza Battistero e piazza Marsala, e, dopo l’appuntamento in Piazza San Vittore alle 19,15 per “Aggiungi un pasto a tavola” (il ricavato della cena sarà interamente devoluto alle iniziative sociali con particolare attenzione al problema dell’indigenza alimentare), la giornata si concluderà con il recital di Memo Remigi dal titolo “Le canzoni di sempre”.

Le associazioni di volontariato che hanno già dato formalmente la loro adesione al progetto sono al momento 54, ma – poiché Varesesolidale non è un’associazione, ma una rete di associazioni – il numero è destinato a crescere ulteriormente nei prossimi giorni.

È significativo notare come, nonostante il periodo di vacanze, fino ad oggi sono già giunte agli organizzatori oltre 200 prenotazioni per la cena, assegnando quasi la metà dei posti disponibili. C’è comunque ancora tempo per prenotarsi, sia attraverso le Associazioni aderenti, sia riservando un posto presso il gazebo che gli organizzatori allestiranno in piazza del Podestà sabato 29 agosto dalle 10 alle 18, dove verranno anche fornite più dettagliate informazioni sui programmi. La cena, infatti, non è riservata agli aderenti delle varie associazioni, ma è aperta a tutti coloro che condividono lo spirito dell’iniziativa: il piacere di essere utili ad alleviare le sofferenze di chi è meno fortunato così da riuscire a farlo sentire meno solo. I modi e l’entità dell’impegno possono essere diversi da persona a persona e per questo anche la semplice, ma sentita, partecipazione alla cena di solidarietà ha un significato simbolico molto importante.

Tag:

Leggi anche:

  • Calcio, Europe League – Il Milan si beve lo Shkendjia ed ipoteca i gironi

    Un match senza storia quello che ieri sera ha visto il Milan imporsi sui macedoni dello Shkendija. A San Siro, nel primo atto dei playoff di Europa League finisce addirittura 6 a 0 grazie alle doppiette di Silva e Montolivo a cui si sono aggiunte le reti di Borini ed Antonelli. Se è vero che gli
  • Janus River a Villa Recalcati

    Si terrà domani giovedì 17 agosto a partire dalle ore 10:3= presso l’Ufficio di Presidente di Villa Recalcati la conferenza stampa per accogliere Janus River, il ciclista ottantenne che da 17 anni sta girando il mondo a bordo della sua bicicletta. All’evento saranno presenti il Vicepresidente
  • La Piscina Manara di Busto Arsizio sarà la casa delle giovanili della BPM Sport Management

    La pallanuoto e Busto Arsizio: un legame che diventerà ancora più stretto nella stagione 2017/2018 grazie alla volontà di Sport Management di investire ulteriori risorse in una delle discipline più importanti per l’azienda e che ha nella Piscina Manara il fulcro della sua attività. La
  • Janus River: 
la tappa malnatese
 del giro del mondo ad 80 anni in bicicletta

    Passerà da Malnate Janus River, il ciclista ottentenne che dal 2000 si è proposto di fare il giro del mondo su due ruote, contando su un budget di 3 euro al giorno e la generosità di chi incontra. Classe 1936, la tempra che può avere solo chi nasce in Siberia, 17 anni fa ha iniziato il viaggio