Geniez vince la 97° Tre Valli Varesine

Il francese Alexandre Geniez (AG2R La Mondiale) vince la 97a Tre Valli Varesine davanti a Thibaut Pinot e Vincenzo Nibali.

04 ottobre 2017
Guarda anche: SportVarese Città

La Tre Valli Varesine delle grandi stelle parla francese: sul gradino più alto del podio sale, a sorpresa, Alexandre Geniez (AG2R La Mondiale), che rimonta il connazionale Thibaut Pinot (La Francaise des Jeux) e Vincenzo Nibali (Bahrain Merida), con Diego Ulissi (UEA Emirates), ultimo componente del quartetto che si gioca il successo sul traguardo di via Sacco, incapace nel frenetico finale di far valere il suo spunto sulla carta più veloce.

Geniez, alla sua terza partecipazione alla Tre Valli Varesine, non è esattamente un corridore vincente: 29 anni, i suoi più importanti successi (dieci in tutto in carriera) sono due tappe alla Vuelta, nel 2013 e nel 2016, mentre quest’anno i suoi successi sono stati due frazioni di due corse “minori” francesi, il Tour La Provence e il Tour de l’Ain; al suo attivo anche il 9° posto al Giro d’Italia del 2015.

Emozionante il finale di gara, con il gruppo tornato compatto sull’ultima ascesa del Montello, a 8 chilometri dal traguardo. All’inizio dell’ultima ascesa che da Bobbiate porta al traguardo Vincenzo Nibali ha attaccato con veemenza, trascinando alla propria ruota solo Thibaut Pinot; Ai 300 metri sono però rientrati Alexandre Geniez e Diego Ulissi e nella volata Geniez ha fatto valere il suo spunto, “bruciando” sul traguardo Pinot che aveva cominciato lo sprint, e Nibali.

La prima parte della gara è stata movimentata da una fuga di sei corridori che hanno preso il largo dopo una decina di chilometri e hanno avuto un vantaggio massimo vicino al 9 minuti. Tonelli (Bardiani CSF), Carlini (D’Amico Utensilnord), Bernardinetti (Amore & Vita), Rubio Hernandez (Caja Rural), Turek (Israel) e Nych (Gazprom Ruzvelo) i protagonisti di giornata, con Nielsen (Orica Scott) a lungo a pendolare tra i battistrada e il gruppo inseguitore.

All’inizio del circuito cittadino da ripetere per nove volte, lo svantaggio del gruppo si era già ridotto (6’59”) ed è poi andato progressivamente scemando, sino al ricongiungimento avvenuto all’inizio del settimo giro sotto la spinta delle grandi squadre (Barhain Merida, Team Sky e Sunweb le più attive, Tonelli, Rubio Hernandez e Turek gli ultimi della fuga iniziale ad arrendersi, raggiunti dapprima da Latour, Halilaj e Verona).

Il nuovo sestetto ha comunque resistito per diversi chilometri, dapprima perdendo Tonelli e poi “acquistando” Masnada e Poljanski, protagonisti di un ottimo spunto che ha consentito loro di rientrare sulla testa della corsa.

Al penultimo giro ci ha provato Verona salendo da Bobbiate ma a questo punto sono stati Bahrain Merida e Team Sky a prendere in mano la situazione, con Gasparotto, Visconti ed Elisonda in grado di accelerare e di favorire il recupero del gruppo a metà dell’ultima tornata.

Il cedimento di Colbrelli all’ultimo passaggio sulla salita del Montello ha consegnato a Vincenzo Nibali i gradi di punta principale della sua squadra per il finale di gara e infatti il messinese ha cercato il successo, trovando però la coppia francese a sbarrargli il passo.

«E’ il giorno più importante della mia carriera – ha detto in conferenza stampa il vincitore Alexandre Geniez – anche se in passato ho avuto belle soddisfazioni e vinto gare di una carta importanza. Ma questa è una vittoria che può davvero cambiare una carriera. No, non mi aspettavo di essere protagonista nella finale, credo che se non avessero attaccato Nibali e Pinot non mi sarei mosso. Ma a volte per vincere bisogna saper aspettare.»

Renzo Oldani, presidente della Società Ciclistica Alfredo Binda, esprime la sua soddisfazione per la gara e per la partecipazione di pubblico: «Sono stati tre giorni di grande sport e mi riferisco anche ai due giorni della Gran Fondo. Ringrazio tutti, in particolare i corridori che sono stati interpreti di una corsa magnifica. Grande gesto atletico quello di Geniez, che prima è rientrato su Nibali e Pinot e poi li ha infilati sul traguardo. Grazie a tutto lo staff della S.C. Binda e grazie a tutti i nostri volontari che hanno dato il massimo per organizzare in modo magistrale i nostri due eventi internazionali come la Gran Fondo Tre Valli Varesine e la 97° Tre Valli Varesine.»

Ora il grande ciclismo prosegue con la Milano-Torino di giovedì e con il Giro di Lombardia da Bergamo a Como di sabato.

A rendere possibile l’organizzazione di questo grande evento, l’appuntamento sportivo più importante di tutto il varesotto, contribuiscono in maniera significativa, facendo squadra, Istituzioni pubbliche come, in primis,

Tag:

Leggi anche:

  • Mondiali, i gironi delle 32 squadre che sognano la coppia

      Giovedì 14 giugno 2018 alle ore 17 prenderà il via il Mondiale di Russia 2018 con i padroni di casa che affronteranno l’Arabia Saudita. La gara Russia Arabia Saudita sarà visibile in chiaro e gratis sul canale Mediaset Canale 5. Inoltre sarà possibile assistere al match anche via satellite
  • Piste Ciclabili, la regione stanzia finanziamento da 20 milioni euro

    Regione Lombardia mette a disposizione 1 milione di euro per il percorso ciclabile che attraverserà Bergamo da est a ovest. E’ infatti cominciato il percorso che porterà alla sottoscrizione (con il Comune di Bergamo) dell’accordo per l’assegnazione delle risorse per la
  • A San Giorgio su Legnano (MI) torna la maratona cestistica

    Sono oltre 320 gli iscritti alla “12 Ore di Basket”. Sabato 9 giugno a San Giorgio su Legnano, il Palabertelli di via Campaccio ospiterà l’edizione numero 17 della maratona cestistica organizzata dal Gruppo 12 Ore con la Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate nel ruolo di partner e il
  • Agra, al via i lavori di riqualificazione, parziale, del campo sportivo di via croci

    Nella mattinata di ieri i delegati di Progetto Sociale durante un giro per il paese hanno notato l’avvio del taglio dell’erba nel campo sportivo di Via Croci; le indiscrezioni in merito raccolte da questi parlano di un’iniziativa del Comune che entro la fine della settimana