Gay Pride Varese: la giunta non dà il patrocinio

Il Comune non concederà l'uso del simbolo alla manifestazione per i diritti gay

23 febbraio 2016
Guarda anche: Varese Città
FB_IMG_1455043390469

Nessun patrocinio per il Varese Pride. La giunta ha bocciato all’unanimità la richiesta, presentata dagli organizzatori del Pride, di avere il simbolo del Comune per la manifestazione del 18 giugno.

La richiesta di patrocinio è stata portata in giunta dall’assessore a Famiglia e Persona Enrico Angelini, competente per materia.

Durante la seduta è stato ribadito “il rispetto verso i diritti di tutti”.

Tuttavia la richiesta è stata bocciata all’unanimità, con la motivazione che si tratterebbe “di un argomento controverso, che vede un dibattito a livello nazionale, che non mette tutti d’accordo”, stando a quanto riferiscono.

 

Tag:

Leggi anche:

  • Trenord e Trenitalia, divorzio in arrivo tra le due società di trasporto

    Entro fine anno sarà perfezionata la ripartizione di Trenord in due diverse imprese, una controllata da Trenitalia e una di diretta competenza di Regione Lombardia attraverso Fnm. Attualmente Trenord (che gestisce tutto il trasporto locale ferroviario) è partecipata al 50% da Ferrovie Nord Milano
  • Olimpiadi 2026, Fontana “Sono ottimista, dossier di Milano è il migliore”

    “Sono ottimista perché credo che la nostra proposta sia sicuramente la migliore da tutti i punti di vista”. Lo ha detto il presidente della Lombardia, Attilio Fontana, a margine del Consiglio regionale ai giornalisti che gli chiedevano un commento circa la possibilità che Milano e la
  • Trenord, Fontana “Sicuramente non ne perderemo il controllo”

    “Sicuramente non perderemo il controllo di Trenord”. Ha risposto così il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, a margine di un evento sulla lirica, a chi gli chiedeva notizie circa il futuro dell’azienda. “Trenord – ha spiegato il presidente – è
  • Attilio Fontana “In 100 giorni di governo rispettate le promesse”

    I temi più in evidenza nella sua dichiarazione sono sanità, automi e trasporti. A 100 giorni dal suo inserimento come governatore della Regione Lombardia, dopo l’era di Roberto Maroni, Attilio Fontana si dichiara pienamente soddisfatto dei risultati raggiunti, delle promesse mantenute e del