Gallarate: un arresto per truffa e falsificazione di documenti

Una cittadina del Perù espatriata dall’America Latina con un documento falso

10 settembre 2015
Guarda anche: Gallarate
polizia-arresto-della-volante

Nella giornata di ieri, a seguito di indagini da parte di personale della Polizia di Stato, si è proceduto all’arresto provvisorio, ai fini estradizionali ex art. 716 in relazione all’art. 715 c.p.p. di una cittadina peruviana residente in Gallarate, a seguito di mandato di arresto internazionale emesso dal tribunale del Perù il 22.12.2014 per il reato di truffa e falsificazione di documenti.

In particolare, già nel decorso mese di aprile, il personale dell’ufficio immigrazione del Commissariato, nel corso dell’istruttoria di rinnovo del permesso di soggiorno della donna, ha rilevato la pendenza di un mandato di cattura internazionale.

La cittadina peruviana, al fine di espatriare dal Perù, aveva infatti presentato un documento falso, ricevuto a seguito di pagamento della somma di 3.000 dollari Usa.

Gli operatori con l’ausilio dell’Ufficio Interpol sono riusciti a confermare le corrette generalità della donna e la fotografia della stessa, trasmessa dalle Autorità Internazionali, ha permesso di fugare ogni dubbio in merito alla corretta individuazione.

La donna è stata associata al carcere di Como in attesa della ricezione e notifica dei provvedimenti peruviani inviati tramite i canali diplomatici.

 

Tag:

Leggi anche:

  • Gallarate: sospesa la licenza ad un bar

    Il bar resterà chiuso per quindici giorni, in seguito ai gravi fatti occorsi gli scorsi 11 luglio (arresto per rissa e resistenza a pubblico ufficiale di due clienti e della titolare stessa, eseguito dai Carabinieri di Gallarate) e il 21 luglio (movimentato arresto di un cliente in stato di