Galimberti si confronta con i cittadini. E lancia la sua idea di città. FOTO

Il candidato del centrosinistra ha parlato davanti ai cittadini esponendo le sue proposte per rilanciare la città

03 marzo 2016
Guarda anche: PoliticaVarese
FB_IMG_1457007102392

 

 

 

Una serata molto partecipata nonostante il tempo inclemente e la forte pioggia. Il confronto Galimberti-Orrigoni non c’è stato, ma il candidato sindaco del centrosinistra ha comunque voluto incontrare i cittadini e, rispondendo alle domande dei giornalisti, esporre la sua idea di città.

Una sfida ambiziosa quella di Davide Galimberti, che vuole “rivoluzionare” Varese, sviluppando servizi e opportunità per i giovani.

Il candidato sindaco sottolinea come “cultura e turismo sono da rilanciare per dare linfa all’economia. Una città che non ha saputo valorizzare il Sacro Monte è destinata a spegnersi”.

E quindi come primo obiettivo una volta eletto: “Il primo atto da sindaco sarà costituire un tavolo tra le forze culturali e sociali ed economiche della città per rilanciare occasioni di sviluppo per la nostra città”.

Galimberti non lesina critiche a chi ha governato finora Varese, senza risultati a suo modo di vedere.

“Il programma dell’attuale amministrazione non è stato applicato. Ci sono una serie di problemi. Innanzitutto il problema dell’autostrada che finisce in centro città. Voglio lanciare un piano per rivoluzionare la viabilità, partendo dall’accesso dell’autostrada. Il trasporto pubblico è ancora fermo a trent’anni fa.

Problema della sicurezza: proprio in questi giorni ci sono stati fenomeni di insicurezza. In questi anni non si è intervenuto bene. Innanzitutto nei quartieri non è stato impostato un lavoro della Polizia Locale di Varese nei diversi quartieri. Il corpo è agli ordini del sindaco e non è stato utilizzato adeguatamente.
Ma c’è anche la riqualificazione delle aree dismesse. Piazza Repubblica è un esempio di quello che non è stato fatto, lasciando le aree andare verso il degrado”.

E quindi: “Mai come questa volta la differenza la faranno i cittadini. C’è voglia di cambiamento e i cittadini sapranno esprimerlo. Io voglio parlare con tutti i cittadini, indipendentemente da quello che è stato il loro voto finora. Voglio andare oltre i partiti”.

Sul parcheggio alla Prima Cappella è perentorio: “Sarebbe grave se venisse sottoscritto il contratto per far partire il parcheggio. Nella mia coalizione c’è la forza più civica che si è battuta contrl il parcheggio”.
E dal momento che il dibattito si svolgeva al Twiggy, locale all’interno della Coopuf, un intervento anche su Filmstudio ‘90: “Ci troviamo nel luogo dove la cultura viene portata avanti e dove poche settimane fa si è consumata una brutta pagina. Tra l’altro il provvedimento che ha portato alla chiusura della sala di Filmstudio ‘90 è partita purtroppo dall’amministrazione”.

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti