Galimberti lancia la sfida a Orrigoni: “Confrontiamoci sui programmi per la città”

Il candidato sindaco del centrosinistra: ''Più servizi ai cittadini e sicurezza nei quartieri''

19 febbraio 2016
Guarda anche: Varese
2016-02-19 12.34.14

“Archiviare il più presto possibile il ventennio leghista”. Le parole di Davide Galimberti, candidato sindaco del centrosinistra, sono supportate da un sondaggio della Swg, dove viene evidenziato come la stragrande maggioranza dei varesini abbia visto la città, negli ultimi dieci, non solo non migliorare, ma regredire.

In questo sondaggio, il 52% dei varesini ritiene l’azione dell’amministrazione poco efficace, il 37% abbastanza efficace, l’8% per niente efficace e solo il 3% molto efficace.

L’operato del sindaco Attilio Fontana è ritenuto poco efficace dal 44%, abbastanza efficace dal 42%, per niente efficace dal 10% e molto efficace solo dal 4%.

Sulla qualità della vita il 44% ritiene sia rimasta la stessa, il 33% sia peggiorata un po’, il 13% migliorata un po’ e il 10% peggiorata di molto.

“Abbiamo perso il traino di Expo. La città di Varese è stata completamente assente da un evento che ha rilanciato il territorio a livello internazionale. Ho appunto chiesto un tavolo con Beppe Sala per andare oltre la chiusura che il leghismo ha imposto alla città” ha dichiarato Galimberti.

Che non perde tempo, e lancia la proposta al principale competitor, Paolo Orrigoni: “Lancio una sfida al candidato del centrodestra. Facciamo nel giro di dieci giorni un confronto sulle tematiche della città. Scelga lui le regole e il luogo. Io ci sono e i cittadini hanno bisogno che si inizi a parlare di cose concrete”.

Sul tema della sicurezza, Galimberti sottolinea come “la Polizia Locale va rimesso sul territorio. Gli agenti devono presidiare i quartieri. Ma la sicurezza si crea anche riqualificando le aree di degrado, impedendo quindi che nascano situazioni pericolose. Infatti, piazza Repubblica è il primo esempio”.

La coalizione che supporterà Galimberti è composta da Pd, Lista del candidato sindaco, Varese2.0 e la Lista di Dino De Simone.

Galimberti, rispetto alla candidatura di Stefano Malerba, che si presenta come candidato civico, ribatte: “Noi abbiamo il civico per eccellenza, Daniele Zanzi. A questo proposito trovo inqualificabile che un’amministrazione abbia dedicato il tempo dei suoi funzionari per costruire un esposto contro di lui. Il tempo e le risorse dei funzionari vanno utilizzati per migliorare i servizi ai cittadini. Questo elemento lascia intendere che cosa succederebbe se il centrodestra continuasse a governare”.

Ma su questo punto Galimberti è convinto: “Questa volta il centrosinistra vincerà. Sono i cittadini che lo vogliono”.

 

Tag:

Leggi anche:

  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad
  • Varese weekend nero: finale playoff persa e dimissioni del presidente

    Il Varese chiude la stagione senza festa e senza sorrisi. L’ultima partita dell’anno, ovvero la finale playoff di Serie D, finisce con la vittoria del Gozzano che passa al “Franco Ossola” 2-0 grazie ai gol di Gulin e Segato. Buon primo tempo per i biancorossi, ma ripresa da dimenticare