Funicolare: numeri in netta crescita rispetto al 2015

Tra luglio e agosto 6700 utenti in più verso il Sacro Monte

01 settembre 2016
Guarda anche: Varese Città
Foto dal sito www.varesefunicolari.org

L’estate del 2016 ha visto una crescita del numero dei passeggeri della funicolare che porta al Sacro Monte di Varese. Nei mesi di luglio e agosto si è registrato un aumento di oltre 6700 utenti in più rispetto all’estate del 2015. Quest’anno nei due mesi centrali dell’estate sono saliti in funicolare al Sacro Monte oltre 19mila persone. L’incremento maggiore di utenti si è registrato nel mese di agosto con oltre 14mila viaggiatori: nello stesso mese del 2015, ad utilizzare la funicolare di Varese furono poco più di 9800 persone.

 

“Un aumento di passeggeri e un maggiore interesse di turisti e varesini nei confronti della funicolare che ci fa ben sperare per il futuro – dichiara Davide Galimberti, sindaco di Varese -. Inoltre i dati ci confermano che quando il servizio pubblico funziona i primi a rispondere positivamente sono proprio i cittadini. Questi ottimi risultati sono anche il frutto della campagna di promozione e di potenziamento del servizio pubblico. A dare una mano sono state anche le belle giornate di sole che ci ha regalato questa estate. La nuova amministrazione ha investito molto per prolungare il trasporto pubblico, in particolare in occasione di grandi eventi come il festival Tra Sacro e sacro Monte che a luglio ha animato la nostra montagna e la Festa degli Alpini ad agosto”.

Il potenziamento del trasporto pubblico locale si conferma anche in occasione di un altro evento importante per Varese: la Fiera Campionaria che prenderà il via il 3 settembre alla Schiranna. L’amministrazione guidata dal sindaco Galimberti, in sinergia con l’azienda del trasporto pubblico e grazie all’impegno dell’assessore Andrea Civati ha deciso infatti di favorire gli spostamenti dei visitatori con l’autobus aumentando il numero delle corse serali nei sabato e domenica in cui si svolgerà la Fiera. “Si consolida il nostro impegno volto a favorire il trasporto pubblico e la mobilità sostenibile – spiega Andrea Civati, assessore alla Mobilità -. Questo ulteriore intervento dedicato alla Fiera intende inoltre prevenire i problemi di parcheggio e traffico che potrebbero verificarsi alla Schiranna durante l’evento fieristico”.

 

Il potenziamento per Linea N del trasporto pubblico durante la Fiera sarà:
Sabato 3 e 10 settembre corse in partenza alle 20.55 (fino Belforte Cimitero) – 21.25 (fino Belforte Cimitero) – 21.55 (fino Belforte Cimitero) – 22.25 (limitate al centro cittadino). Domenica 4 settembre, corse in partenza da Schiranna (Dei Prati) alle ore 20.30 (limitata al centro) – 21.15 (limitata al centro) – 22.00 (limitata al centro). Domenica 11 settembre (la Fiera chiude alle ore 21.00), corse in partenza da Schiranna (Dei Prati) alle ore 20.30 (limitata al centro) – 21.15 (limitata al centro).

Tag:

Leggi anche:

  • Draghi Valle Olona: a settembre una nuova avventura per il Minibasket

    Partirà a Settembre una nuova avventura per il Minibasket grazie alla collaborazione tra Polisportiva Sportpiu, Scuola Basket Castellanza e A.S.D. Draghi Gorlazy di Gorla Maggiore: la Scuola Minibasket Draghi Valle Olona, il primo centro sovraterritoriale della zona! Il Progetto concretizza
  • Riqualificazione del campo da rugby di Giubiano, accordo firmato

    Questa mattina a Roma è stata firmata la convenzione tra il Coni e i 32 Enti locali che hanno presentato, e sono stati selezionati, nell’ambito del bando “Fondo Sport e Periferie”, dedicato alla riqualificazione degli impianti sportivi italiani. Tra i comuni presenti a Roma c’era anche
  • Un percorso mondiale per la 2° edizione della Gran Fondo Tre Valli Varesine

    La 2° edizione della Gran Fondo Tre Valli Varesine, in programma a Varese sabato 30 settembre (crono) e domenica 1° ottobre (gran e medio fondo) sarà una gara da non perdere. Entrata da quest’anno nel circuito UCI GRAN FONDO WORLD SERIES la Gran Fondo Tre Valli Varesine 2017 sarà una prova
  • Sanità: illustrato il modello di inclusione dell’Associazione Special Olympics

    Promuovere sempre di più lo sport come mezzo di inclusione sociale per i disabili intellettivi anche gravi e valutare anche la possibilità di individuare un riferimento regionale per la formazione di allenatori e istruttori dello sport unificato (l’attività motoria e sportiva fatta