Fase 2, L’Italia oggi riparte

Conte: ‘Paese si rimette in moto, non abbassare guardia’

18 Maggio 2020
Guarda anche: Apertura

L’Italia oggi riparte. Il numero più basso di vittime dall’inizio del lockdown, 145 nelle ultime 24 ore, è il miglior auspicio per l’Italia che riapre, con i negozi, i bar e i ristoranti che potranno rialzare le saracinesche dopo oltre due mesi. L’Italia prova dunque a ripartire dopo il lockdown, nel rispetto delle linee guida arrivate dopo il confronto governo-Regioni. In assenza di quelli regionali trovano applicazione i protocolli o le linee guida adottati a livello nazionale.

Nel dpcm firmato dal premier Conte, anche spettacoli all’aperto dal 15 giugno con mille persone al massimo, nei cinema e teatri fino a 200. Non ancora le discoteche.

Nel periodo dell’emergenza coronavirus “sono state sospese alcune garanzie costituzionali, ristabiliamo i principi di uno stato liberale e democratico e questo è importante“, perché “non bisogna mai illudersi di poter normare ogni aspetto della vita dei cittadini”, ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio a ‘Che tempo che fa’.

Nessun limite per gli spostamenti delle persone nella stessa regione: non servirà più l’autocertificazione. Sì agli incontri non solo tra parenti e fidanzati, ma anche tra gli amici. Fino al 2 giugno restano invece vietati gli spostamenti tra regioni. Così come quelli da e per l’estero, salvo per comprovavate esigenze lavorative, di assoluta urgenza o per motivi di salute. Consentito, in ogni caso, il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Tag:

Leggi anche:

  • Azzolina, assumeremo oltre 84 mila insegnanti

    “Assumeremo 84 mila e 808 insegnanti precari a tempo indeterminato. Un grandissimo segnale di attenzione di questo governo. Ci sarenno poi 11 mila Ata. Una bella notizia per la scuola”. Lo ha detto la ministra dell’istruzione, Lucia Azzolina nel corso della trasmissione “In
  • Scuola, lezioni al via il 14 settembre

    La Ministra Lucia Azzolina ha firmato l’ordinanza che stabilisce l’avvio delle lezioni per l’anno scolastico 2020/21 dal giorno 14 settembre 2020. La data prevista dall’ordinanza vale per tutte le scuole dell’infanzia, del primo ciclo e del secondo ciclo di istruzione appartenenti al
  • Scuola, via libera del Senato al decreto rilancio

    Oltre 1,6 miliardi per far ripartire la scuola a settembre. Li prevede il decreto rilancio, approvato oggi in via definitiva al Senato. Di seguito le principali misure per la scuola contenute nel provvedimento. 1 miliardo per l’emergenza e 331 milioni già inviati alle scuole Il decreto
  • Piano Scuola, Governo ha accettato richieste Regioni

    “Il Governo ha accettato tutte le richieste delle Regioni per chiudere l’accordo sul Piano Scuola. Il ministro Azzolina ha anche annunciato di aver ottenuto un altro miliardo di euro oltre quello già previsto dal cosiddetto decreto ‘rilancio’, dopo un vertice nella mattinata di