Fabbrica 4.0: simulazione e data analytics per razionalizzare i processi industriali

Nuova tappa del ciclo “Le frontiere dell’Innovazione” dedicato ai temi della manifattura ai tempi di Internet

11 maggio 2016
Guarda anche: Busto ArsizioEconomiaLavoro
industria

Seconda tappa nel percorso di tre incontri dedicati al tema “Fabbrica 4.0: la manifattura ai tempi di Internet” messi in calendario dall’Unione degli Industriali della Provincia di Varese e da LIUC – Università Cattaneo. Obiettivo: affrontare, anche attraverso la presenza di testimoni aziendali, i nuovi scenari, le nuove opportunità per le imprese, i nuovi strumenti di progettazione e la trasformazione delle leve competitive resi possibili dall’Internet of Things.

Il ciclo di appuntamenti a ingresso libero e gratuito dal titolo “Le frontiere dell’Innovazione” parte da un presupposto: la Fabbrica 4.0 prospetta cambiamenti di grande importanza nei paradigmi stessi che sono alla base della vita e dell’organizzazione delle imprese: da un lato apre opportunità di sviluppo di nuovi mercati, processi, prodotti, collaborazioni; dall’altro rende sempre più concreta e imminente la sfida di avere nelle aziende persone con competenze in grado di confrontarsi con le logiche di una manifattura sempre più intelligente e connessa.

Il secondo incontro, coordinato da Tommaso Rossi, Direttore Lean Club – LIUC sarà:

“FABBRICA 4.0: simulazione e data analytics per razionalizzare i processi industriali”
Giovedì 12 maggio 2016, dalle ore 15.00 alle ore 17.00
Auditorium LIUC – Università Cattaneo
piazza Soldini 5 – Castellanza (VA)

Programma
14.30 Registrazione partecipanti

15.00 Benvenuto e introduzione ai lavori
Federico Visconti, Rettore LIUC – Università Cattaneo
Vittorio Gandini, Direttore Unione degli Industriali della Provincia di Varese

15.10 Fabbrica 4.0: come si stanno trasformando nel concreto i sistemi di produzione
Tommaso Rossi, Direttore Lean Club – LIUC

I Testimonial raccontano la loro esperienza:

15.40 Un’esperienza di fabbrica 4.0: simulazione per ottimizzare i flussi di fabbrica
Fabrizio Cerina, Direttore operations Lindt & Sprüngli SpA

16.00 Un’esperienza di fabbrica 4.0: data analytics per migliorare la produttività
Roberto Baldan, direttore operations Carl Zeiss Vision Italia SpA

16.20 Intervista ai Testimonial e dibattito

17.00 Chiusura lavori

Questo, invece, il terzo e ultimo convegno in programma:

Giovedì 16 giugno 2016, ore 15.00-17.00
FABBRICA 4.0: come l’Internet of Things sta trasformando il modo di competere. Le conseguenze sulla catena del valore
Coordinatore Fernando Alberti, Direttore Institute for Entrepreneurship and Competitiveness – LIUC – Università Cattaneo

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto – La BPM Sport Management espugna Torino con una grande prestazione

    La terzultima giornata della regular season del Campionato di A1 non riserva sorprese per la BPM Sport Management. Il sette di Gu Baldineti batte in trasferta il Torino ’81 per 19-9 (3-2, 5-3, 7-0, 4-4) e grazie ad un’ottima prestazione continua la preparazione alla Final Six, in programma tra
  • Progetto Binda 2017, quando il ciclismo è passione

    Il “Progetto Binda 2017” prende ufficialmente il via martedì 25 aprile con la Piccola Tre Valli Varesine, giunta alla sua 41° edizione. La tradizionale gara – valevole come 2° prova del Giro della Provincia categoria Allievi e come 3° Trofeo Veneto Banca – si disputerà a Induno
  • La Pro Loco fa il “giro del mondo” con Paola Gianotti

    Emozionante serata nella Sala consiliare del Castello Visconteo per il “Mese della Cultura” organizzato dalla Pro Loco Fagnano Olona guidata da Armida Macchi e Paolo Bossi. Guest star del momento è stata la famosa ciclista Paola Gianotti, contattata tramite il Gruppo Sportivo
  • Pallanuoto, 24ª giornata: la BPM Sport Management nella tana del Torino ‘81

    Torna il campionato di Serie A1. Ad un mese dalle Final Six di Torino, la BPM Sport Management domani sarà proprio nel capoluogo piemontese per sfidare il sette di coach Aversa. Una sfida in cui i Mastini sono i favoriti sulla carta, ma che non dovranno assolutamente sottovalutare in quanto il