Emergenza immigrazione, Varese in prima linea

Sono circa cinquecento i nuovi arrivi in Lombardia, ripartiti in modo equo tra le province. A Varese una quarantina

10 Aprile 2014
Guarda anche: AperturaPoliticaVarese Città
Immigrati

Sono in arrivo sul territorio regionale circa 500 nuovi profughi provenienti da diversi Paesi del Nord Africa, e 40 di questi verranno ospitati in provincia di Varese. Lo ha annunciato ieri pomeriggio l’assessore all’Immigrazione della Regione Lombardia Simona Bordonali, che ha criticato il mancato coinvolgimento della Regione e dei Comuni capoluogo che sono stati chiamati a ospitarli nella decisione di come ripartirli.

L’indicazione infatti è arrivata dal ministero dell’Interno alle prefetture che hanno stabilito dove smistare i nuovi arrivati sul territorio lombardo.
Secondo quanto reso noto, i primi 480 profughi confermati sono stati ripartiti tra alcune province: 50 a Brescia, 60 a Bergamo, 50 a Como, 50 Cremona, 30 a Lecco, 50 a Mantova, 50 a Monza, 50 a Pavia, 50 a Sondrio e infine 40 a Varese. Si attendono indicazioni per la restante parte, circa un centinaio di stranieri, che sarà dirottata a Lodi e a Milano.

Quelli ospitati in provincia di Varese sono atterrati a Malpensa nel primo pomeriggio e sono stati spostati a Saronno, Gallarate e Marzio, presso associazioni umanitarie o strutture ricettive che avevano già lavorato con il ministero nella gestione dell’emergenza umanitaria. Le spese sono a carico del ministero.

Gli stranieri ospitati risultano tutti richiedenti asilo e non si sa fino a quando resteranno, certamente per il tempo necessario all’apertura del procedimento e alla verifica dei requisiti per ottenere l’asilo politico, oppure in alternativa una delle altre due forme di protezione previste: la protezione umanitaria o la protezione sussidiaria.

Tag:

Leggi anche:

  • Il nuovo piantone arriverrà il 21 novembre

    In via Veratti arriverà il nuovo piantone, un meraviglioso Ginkgo Biloba di 12 metri di altezza e circa 25 anni di età. La piantumazione è prevista per il 21 novembre. L’intervento di preparazione della sede dove verrà piantato il nuovo albero dureranno circa una settimana. Intanto, fino
  • In consiglio si accende il dibattito sulle “quote rosa” dei parcheggi

    Una discussione molto intensa e prolungata si è tenuta nella giornata di mercoledì 7 ottobre durante la seduta del consiglio comunale, e che si è conclusa con la sostanziale bocciatura della proposta, cosi come esposta dal consigliere comunale della lista Orrigoni, Luca Boldetti: l’estensione
  • Via Magenta. Al via i lavori di restauro del ponte pedonale

    Cento anni, questa è l’età del ponte pedonale che collega la via Magenta a via Nino Bixio. Per festeggiare il centenario dell’opera all’ingresso della città, l’amministrazione darà il via ai lavori di restauro a partire dai primi giorni della prossima settimana. L’intervento si
  • Foibe ed esodo giuliano dalmata: storia e memoria del 10 febbraio

    Anche quest’anno è stato pubblicato il Bando di concorso regionale per gli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado della Lombardia: “Il sacrificio degli italiani della Venezia Giulia e della Dalmazia: mantenere la memoria, rispettare la verità, impegnarsi per garantire i