Ecco lo spirito di chi lavora per il Varese Calcio. Aldo Cunati, da una vita al “Franco Ossola”. FOTO

La nuova società ha aperto le porte dello stadio, in occasione della visita di due eurodeputati, Comi e Salini, mostrando gli sforzi e la tenacia con cui far rinascere il Varese

13 novembre 2015
Guarda anche: SportVarese
FB_IMG_1447421710426

Aldo Cunati è un’istituzione al “Franco Ossola”. Da quattro anni è impiegato a tempo pieno (e nel mondo dello sport per tempo pieno si intende h24) nella gestione dello stadio. Ma già da prima, per quarant’anni, con la sua azienda di pullman ha sempre lavorato per il Varese Calcio.

“Il mio lavoro inizia di prima mattina, alle 7.30, e va avanti generalmente fino alle 19” ci racconta, mentre ci accompagna a visitare gli spogliatoi dove i nostri ragazzi si preparano prima di entrare in campo.

Per Aldo non è solo un lavoro, ma anche una passione. Come per tutti coloro nelle cui vene scorre lo spirito sportivo. Glielo si legge negli occhi, lo si capisce quando parla del suo lavoro.

Questo è lo spirito di chi, ognuno facendo la sua parte, sta facendo rinascere il Varese. Questo è lo spirito autentico che ci piace.

 

Leggi anche: