Ecco lo spirito di chi lavora per il Varese Calcio. Aldo Cunati, da una vita al “Franco Ossola”. FOTO

La nuova società ha aperto le porte dello stadio, in occasione della visita di due eurodeputati, Comi e Salini, mostrando gli sforzi e la tenacia con cui far rinascere il Varese

13 novembre 2015
Guarda anche: SportVarese
FB_IMG_1447421710426

Aldo Cunati è un’istituzione al “Franco Ossola”. Da quattro anni è impiegato a tempo pieno (e nel mondo dello sport per tempo pieno si intende h24) nella gestione dello stadio. Ma già da prima, per quarant’anni, con la sua azienda di pullman ha sempre lavorato per il Varese Calcio.

“Il mio lavoro inizia di prima mattina, alle 7.30, e va avanti generalmente fino alle 19” ci racconta, mentre ci accompagna a visitare gli spogliatoi dove i nostri ragazzi si preparano prima di entrare in campo.

Per Aldo non è solo un lavoro, ma anche una passione. Come per tutti coloro nelle cui vene scorre lo spirito sportivo. Glielo si legge negli occhi, lo si capisce quando parla del suo lavoro.

Questo è lo spirito di chi, ognuno facendo la sua parte, sta facendo rinascere il Varese. Questo è lo spirito autentico che ci piace.

 

Leggi anche:

  • Giro d’Italia numero 100: vince l’olandese Dumoulin

    Con la cronometro Monza-Milano (29.3 km) si è chiuso il Giro d’Italia numero 100. A vincere la celeberrima corsa in rosa targata 2017 è stato Tom Dumoulin, l’olandese della Sunweb che ha stupito un po’ tutti e che si è laureato il nuovo re in rosa. Quintana, Nibali e Pinot si classificano
  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad