‘Dote Infanzia’, da Regione 15 milioni per servizi a misura di bambino

Assessore Piani: sosteniamo attività creative, sportive, musicali e acquisto beni

17 Dicembre 2019
Guarda anche: Attualità

“Favorire lo sviluppo dell’infanzia supportando attività ludiche e servizi di consulenza genitoriale, ma anche l’acquisto di beni per assicurare un ambiente ‘a misura di bambino’”. Lo ha detto l’assessore alla Famiglia, Genitorialità e Pari Opportunità Silvia Piani, illustrando gli obiettivi della delibera approvata oggi dalla Giunta regionale, che prevede una dotazione di 15 milioni di euro, di cui 1,5 per la sperimentazione del ‘Fattore Famiglia Lombardo’.

La ‘Dote Infanzia’ è rivolta alle famiglie con almeno un figlio minore, che compirà 4 anni nel corso del 2020, e con un genitore con residenza in Lombardia da almeno 5 anni.

Nel dettaglio, i contributi della ‘Dote Infanzia’, sia per il Bonus servizi (attività creative, musicali e sportive), sia per il Bonus per l’acquisto di componenti d’arredo per le ‘camerette’  (letti, scrivanie, comodini, cassettiere, librerie) per bambini, si concretizzano in rimborsi a copertura dell’80 per cento dei costi sostenuti per gli investimenti e fino a un massimo di 500 euro per le famiglie con Isee sino a 15.000 euro, di 400 euro per le famiglie con Isee sino a 25.000 euro e di 200 euro per le famiglie con Isee fino a 40.000 euro.

Attenti allo sviluppo dei più piccoli e a una genitorialità serena

“Abbiamo pensato – ha puntualizzato l’assessore Piani – ai bambini e alla promozione di una genitorialità serena e attenta al potenziale di crescita dei propri figli. Lo abbiamo fatto declinando il bonus su diverse linee di finanziamento che vanno dall’acquisto di beni utili a creare ambienti adeguati, a quello di servizi a supporto dell’infanzia a trecentosessanta gradi”.

Domande finanziate a sportello e fino a esaurimento risorse

Il contributo è inoltre incrementato di una quota ulteriore sulla base del valore assunto dal ‘Fattore Famiglia Lombardo’ e le domande (da presentarsi attraverso il sistema www.bandi.servizi.it) saranno finanziate a sportello e fino a esaurimento delle risorse.

Tag:

Leggi anche:

  • Bimbi in ufficio con mamma e papà

    L’Università dell’Insubria apre le porte ai figli dei dipendenti per una giornata speciale da trascorrere insieme a mamma e papà. Succede venerdì 14 giugno sia a Varese che a Como, grazie alla collaborazione dell’ateneo con Arcadia, l’associazione dopolavoro
  • Avigno, al nuovo parchetto pubblico arrivano giochi e panchine

    Una torretta con lo scivolo, sei panchine, tre giochi a molla e poi ancora un’altalena inclusiva. Ad Avigno il parchetto diventa sempre più pubblico e a misura di bambino: da questa mattina, infatti, sono iniziati i lavori per installare le nuove attrezzature finanziate dal Comune. Un
  • Due giorni di festa nel Paese dei bambini

    Come ogni mese torna il consueto appuntamento con il Mercato del Giustoinperfetto, che questa volta sarà dedicato a bambini e ragazzi. Il programma della due giorni prevede momenti di divertimento e svago, ma anche di riscoperta di luoghi caratteristici dell’ambiente naturale e di
  • Giovanissimi pensatori crescono… all’Università

    Un’esposizione che dimostra che la filosofia può essere insegnata già nelle scuole primarie: è quella dei «Quaderni filosofici dei Giovanissimi Pensatori» che si inaugura mercoledì 3 aprile alle 18 nell’aula magna dell’Università dell’Insubria, in via Ravasi 2 a Varese, e si può