Discarica a cielo aperto di fianco al Cimitero di Giubiano. FOTO

La proposta: ''Telecamere nell'area per identificare chi sporca''

02 febbraio 2016
Guarda anche: Varese Città
IMG-20160202-WA0002

Una discarica a cielo aperto. Una situazione non nuova per l’area attorno al Cimitero di Giubiano. Ma che purtroppo, nonostante i solleciti e le azioni di pulizia, l’amministrazione non riesce a risolvere. Anche questa mattina, come ci segnala il blogger Mauro Gregori, il degrado è più che visibile.

“A sporcare sono ovviamente le persone maleducate, ma la nostra amministrazione cosa fa? Praticamente nulla se non passare a dare una ripulita una volta ogni due anni.
La soluzione più semplice sarebbe posizionare telecamere di sorveglianza davanti al cimitero (visto che nessuno arriva a gettare l’immondizia a piedi ma in auto, facilmente identificabile dalle telecamere)” commenta Gregori.

 

Leggi anche:

  • Draghi Valle Olona: a settembre una nuova avventura per il Minibasket

    Partirà a Settembre una nuova avventura per il Minibasket grazie alla collaborazione tra Polisportiva Sportpiu, Scuola Basket Castellanza e A.S.D. Draghi Gorlazy di Gorla Maggiore: la Scuola Minibasket Draghi Valle Olona, il primo centro sovraterritoriale della zona! Il Progetto concretizza
  • Riqualificazione del campo da rugby di Giubiano, accordo firmato

    Questa mattina a Roma è stata firmata la convenzione tra il Coni e i 32 Enti locali che hanno presentato, e sono stati selezionati, nell’ambito del bando “Fondo Sport e Periferie”, dedicato alla riqualificazione degli impianti sportivi italiani. Tra i comuni presenti a Roma c’era anche
  • Un percorso mondiale per la 2° edizione della Gran Fondo Tre Valli Varesine

    La 2° edizione della Gran Fondo Tre Valli Varesine, in programma a Varese sabato 30 settembre (crono) e domenica 1° ottobre (gran e medio fondo) sarà una gara da non perdere. Entrata da quest’anno nel circuito UCI GRAN FONDO WORLD SERIES la Gran Fondo Tre Valli Varesine 2017 sarà una prova
  • Sanità: illustrato il modello di inclusione dell’Associazione Special Olympics

    Promuovere sempre di più lo sport come mezzo di inclusione sociale per i disabili intellettivi anche gravi e valutare anche la possibilità di individuare un riferimento regionale per la formazione di allenatori e istruttori dello sport unificato (l’attività motoria e sportiva fatta