Discarica a cielo aperto di fianco al Cimitero di Giubiano. FOTO

La proposta: ”Telecamere nell’area per identificare chi sporca”

02 febbraio 2016
Guarda anche: Varese Città
IMG-20160202-WA0002

Una discarica a cielo aperto. Una situazione non nuova per l’area attorno al Cimitero di Giubiano. Ma che purtroppo, nonostante i solleciti e le azioni di pulizia, l’amministrazione non riesce a risolvere. Anche questa mattina, come ci segnala il blogger Mauro Gregori, il degrado è più che visibile.

“A sporcare sono ovviamente le persone maleducate, ma la nostra amministrazione cosa fa? Praticamente nulla se non passare a dare una ripulita una volta ogni due anni.
La soluzione più semplice sarebbe posizionare telecamere di sorveglianza davanti al cimitero (visto che nessuno arriva a gettare l’immondizia a piedi ma in auto, facilmente identificabile dalle telecamere)” commenta Gregori.

 

Leggi anche:

  • Varese, Tre Valli “Perchè non sfruttare la città a pieno?”

    “Non si contano sui social gli interventi di politici e cittadini, organi di informazione su carta ed online, che non abbiano celebrato la bellezza di Varese vista dall’alto durante le riprese Rai in occasione della recente Tre Valli Varesine. Avviene tutti gli anni.  Frasi che purtroppo
  • Gregori “IL COMUNE DI VARESE PLASTIC FREE”

    “Da oggi il ministro Costa ha reso il ministero dell’ ambiente plastic free. L’aveva annunciato al suo insediamento, l’ha realizzato.  Invito l’assessore Dino De Simone assessore all’ambiente della nostra Varese, sensibile all’ecologia da sempre, ad operare affinche’ i locali
  • Gregori “La seconda edizione di Brutture Urbane”

    “Inizia oggi il controfestival che un po’ provocatoriamente ho chiamato alla sua prima edizione dello scorso anno “BRUTTURE URBANE”… non una contestazione pura e semplice, ma una sollecitazione affinche’ Varese sia piu’ bella ed attrattiva. Piange il cuore nel vederla
  • Mauro Gregori: “Multare chi getta i mozziconi per terra”

    Varese purtroppo e’ ovunque sporca e insudiciata dai mozziconi: nei tombini, nel verde, sull’asfalto, sui marciapiedi. Nessuno tra i tutori dell’ ordine ha il coraggio di sanzionare chi sporca, malgrado la possibilità’ per la polizia locale di infliggere multe fino a 100 euro. Invito il