Davide Galimberti scrive ai dipendenti del Comune di Varese

''Per migliorare Varese serve il vostro aiuto''

10 dicembre 2015
Guarda anche: PoliticaVarese
galimberti

galimberti

Una lettera aperta del candidato alle primarie Davide Galimberti ai dipendenti del Comune di Varese. Dove spiega come, se venisse eletto sindaco, vorrà lavorare per la città. 

Gentili dipendenti del Comune di Varese,

ho accettato di partecipare alle primarie del 13 dicembre per vincerle e
poi diventare Sindaco di Varese perché voglio costruire una Varese moderna
che parta dalla consapevolezza che le sfide non si superano con la
demagogia, ma con la competenza e la passione.

Io voglio costruire una Varese sempre più inclusiva, in grado di attrarre i
giovani e capace di innovare e senza lasciare indietro nessuno. Credo che
il ruolo di Sindaco sia più che mai da ricoprire con nuova autorevolezza,
con nuova determinazione e nuovo dinamismo, con l’entusiasmo anche di chi
conosce come funziona un comune e può quindi applicare al meglio i nuovi e
più moderni strumenti messi a disposizione del primo cittadino e
dell’amministrazione per governare.

La crisi ha fatto cambiare le abitudini, gli stili di vita e l’agire di tutti i cittadini, delle aziende e delle pubbliche amministrazioni che sono state obbligate a confrontarsi con il calo delle risorse. Occorre mettere insieme le forze migliori, fare squadra e nell’agire amministrativo sfruttare tutte le occasioni che si presenteranno.

Per riuscire in questo ambizioso intento c’è bisogno di tutti Voi dipendenti del Comune di Varese per costruire insieme la Varese del domani.

A differenza di quello che pensano alcuni, da conoscitore delle amministrazioni comunali, penso che quello di cui il comune ha bisogno non sia una mera riduzione del numero dei dipendenti comunali, bensì una rivalutazione delle professionalità presenti all’interno della macchina comunale e di una decisa opera di rimotivazione, anche passando attraverso la giusta valorizzazione dell’operato di chi lavora attraverso lo strumento dei contratti decentrati.

Io mi batterò perché il comune di Varese diventi un’eccellenza della p.a.

La ripresa economica, sociale, culturale della città si verificherà se il
Comune saprà valorizzare tutte le energie positive presenti all’interno e
all’esterno, facendo squadra e fronteggiando le sfide che si presenteranno.

Una delle prime cosa che farò, non appena sarò eletto Sindaco, sarà incontrarVi tutti per conoscerci, presentarci, sentire le Vostre opinioni su come far funzionare al meglio la macchina e costruire un piano di lavoro insieme.

Per far ripartire Varese e far funzionare la macchina comunale serve la
passione e l’entusiasmo del primo giorno di scuola. Io sento di volermi
mettere in gioco e per questo chiedo anche a Voi di accettare la scommessa
e di unirsi a me in questa avventura.

Insieme sono convinto che ce la possiamo fare e ce la faremo.

Nel ringraziare per l’attenzione a disposizione per qualsiasi chiarimento
anche via mail, porgo i migliori saluti.

Davide Galimberti 

Candidato alle Primarie del 13 dicembre per la carica di Sindaco di Varese

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti