Contributi dal Comune per 180mila euro a sostegno degli inquilini morosi incolpevoli

Online il bando per fare domanda

12 Marzo 2019
Guarda anche: Cronaca

Oltre 180 mila euro per l’attuazione di interventi volti al sostegno degli inquilini morosi incolpevoli. È quanto l’amministrazione si appresta ad erogare tramite un apposito bando già pubblicato sul sito del Comune, grazie ad un finanziamento di Regione Lombardia. Il contributo, che va nell’ottica del sostegno alle fasce di popolazione in difficoltà, è dedicato agli inquilini titolari di contratti di locazione, sul libero mercato, nel Comune di Varese con morosità incolpevole che può essersi generata a causa ad esempio della perdita del lavoro per licenziamento,  mobilità,  cassa integrazione ordinaria o straordinaria,  mancato rinnovo di contratti a termine o di lavori atipici, accordi aziendali e sindacali che hanno portato ad una riduzione significativa dell’orario di lavoro, malattia grave, decesso o infortunio di un componente della famiglia che comporti una diminuzione di almeno il 30% del reddito o la cessazione di attività professionale o di impresa.

“Ecco un altro intervento che facciamo a sostegno delle fasce deboli della popolazione e per rispondere a una esigenza di carattere sociale che monitoriamo e a cui diamo risposte concrete – spiega l’Assessore ai Servizi sociali Roberto Molinari – Grazie a questi contributi pensiamo di dare ossigeno a famiglie in difficoltà per mantenerle nel loro ambito sociale senza produrre dei traumatici cambiamenti ma nello stesso tempo diamo anche una risposta ai proprietari che giustamente rivendicano una soluzione rispetto ad un investimento magari fatto negli anni ad integrazione del loro reddito”.

I contributi previsti andranno fino ad un massimo di 8000 euro per sanare la morosità incolpevole accertata dal Comune, qualora il periodo residuo del contratto in essere non sia inferiore ad anni due, con contestuale rinuncia all’esecuzione del provvedimento del rilascio dell’immobile. Fino ad un massimo di 6000 euro per ristorare la proprietà dei canoni corrispondenti alle mensilità di differimento qualora il proprietario dell’immobile consenta il differimento dell’esecuzione del provvedimento di rilascio dell’immobile per il tempo necessario a trovare un’adeguata soluzione abitativa all’inquilino moroso incolpevole. Assicurare il versamento di un deposito cauzionale per stipulare un nuovo contratto di locazione o assicurare il versamento di un numero di mensilità relative ad un nuovo contratto da sottoscrivere a canone concordato fino alla capienza del contributo massimo complessivamente concedibile di 12.000 euro.

Possono presentare domanda i nuclei familiari in possesso un reddito I.S.E non superiore a 35.000 euro o un reddito derivante da regolare attività lavorativa con un valore I.S.E.E. non superiore ad 26.000 euro. Non potranno invece accedere al contributo gli inquilini che ne hanno già beneficiato in passato.

Il bando è sul sito del Comune di Varese: http://www.comune.varese.it/avvisi-pubblici

Tag:

Leggi anche:

  • Villa Toeplitz, girini e rane traslocano. National Geographic a Varese

    Sono già 280 mila i girini messi in sicurezza dai volontari della LIPU che insieme al Comune di Varese, armati di retini e secchi, stanno spostando temporaneamente girini e rane che fanno parte della ricca biodiversità del Parco di Villa Toeplitz. La prossima settima infatti inizieranno i lavori
  • Giornata del sapere educativo, il Comune mette i giovani al centro

    È in corso a Palazzo Estense la settima edizione della Giornata del sapere educativo, iniziativa giunta alla sua settimana edizione e che quest’anno ha scelto come slogan “Sperare, sapere, costruire”. Poco fa, inaugurando i lavori, l’intervento del sindaco Davide Galimberti
  • Travolta da un treno, muore una donna a Legnano

    Tragedia questa mattina poco dopo le 9 all’altezza della stazione di Legnano. Una donna è stata travolta da un treno e, nonostante i soccorsi, per lei non c’è stato nulla da fare. Ancora da accertare se si è trattato di un incidente oppure di un gesto volontario. Inevitabili i
  • Ingegneri dei boschi: alla scoperta dei picchi all’Università dell’Insubria

    I picchi costituiscono una famiglia di uccelli ben presente nell’immaginario collettivo. Nota a tutti è la loro peculiare abitudine di scavare fori all’interno dei tronchi degli alberi, grazie a poderosi e rapidissimi colpi di becco, sia per cercare larve di insetti (che costituiscono una