Commissione Cultura approva criteri assegnazione dote sport

Commissione Cultura esprime parere favorevole su criteri assegnazione dote sport: Presidente Ferrazzi chiede che il 50% sia assegnato a famiglie con cittadinanza italiana o dell’Unione europea

20 luglio 2017
Guarda anche: Lombardia

La Commissione Cultura presieduta da Luca Ferrazzi (Lista Maroni) ha espresso oggi parere favorevole a maggioranza (contrari PD e Patto Civico, astenuto il M5S) ai criteri e alle modalità per l’assegnazione della Dote Sport. Relatrice del provvedimento è la Vice Presidente della CommissioneSabrina Mosca (FI).
La Commissione ha proposto alla Giunta alcune raccomandazioni: innanzitutto, il Presidente Luca Ferrazzi ha chiesto che almeno il 50% delle risorse siano destinate a famiglie che abbiano la cittadinanza italiana o di uno Stato dell’Unione europea. In particolare Ferrazzi evidenzia come requisiti fondamentali a tale scopo debbano essere il possesso della cittadinanza italiana o dell’Unione europea per almeno uno dei due genitori o che entrambi siano stranieri ma titolari di regolare permesso di soggiorno di lungo periodo, e che esercitino regolare attività lavorativa.

Su richiesta dei gruppi del M5S e del PD, è stato chiesto di prevedere che ad ogni nucleo familiare con almeno 3 figli minori, possano essere assegnate 2 doti, e di prevedere un aumento delle risorse stanziate per il 2017 già in fase di assestamento di bilancio nella sessione di fine luglio; di verificare la possibilità di aumentare l’ISEE (oggi fissato a 20 mila euro) per le famiglie con disabili. Il gruppo della Lega Nord ha infine chiesto di riservare una quota specifica alle Forze dell’Ordinecon modifica della legge 26.

Nel 2016 sono state 18mila le famiglie che hanno richiesto la dote di cui 10.500 sono state ritenute idonee. Per il 2017 la Giunta regionale ha destinato 2 milioni di euro, il 10% riservato ai minori con disabilità. Le risorse sono ripartite sulle 11 Province lombarde, sulla Città Metropolitana e sul Comune di Milano.

Tag:

Leggi anche:

  • Violi (M5S) “Maroni. Reato grave, danno ai lombardi”

    “È assurdo che Maroni si dica deluso dopo la condanna in primo grado a un anno per aver fatto ottenere un contratto a una sua collaboratrice in una società controllata dalla Regione Lombardia. A essere delusi e danneggiati sono i lombardi. Le pressioni per le assunzioni nelle società
  • Varese, 500mila euro per la sicurezza del territorio

    “Un contributo importante per mettere in sicurezza il nostro territorio. Da Regione Lombardia 500 mila euro per interventi di manutenzione straordinaria per i nostri fiumi e torrenti della Provincia di Varese”. Lo ha dichiarato il Vicepresidente del Consiglio Regionale della Lombardia Francesca
  • Processo Maroni, condannato ad un anno di carcere

     L’esponente leghista, già segretario federale, è stato condannato a un anno e a 450 euro di multa. L’ex ministro è stato condannato per un solo capo di imputazione con pena sospesa e all’interdizione dai pubblici uffici. Maroni è risultato colpevole del reato di turbata libertà del
  • M5S Lombardia: no al business sul mercato del lavoro

    “E’ un progetto di legge affrettato che darà risultati molto approssimativi. Poteva essere l’occasione per rilanciare seriamente i centri per l’impiego, l’offerta di servizi ai disoccupati e limitare il business dei privati nel mercato del lavoro. La DID e il patto di