Chiusura Accam, il Pd: “Colpa di Lega e Forza Italia”

Intervento di Salvatore Vita del Pd di Busto Arsizio sul caso di Accam

15 marzo 2016
Guarda anche: Busto ArsizioPolitica
Accam

Lo avevamo detto in tempi non sospetti che l’accordo che prevedeva di usare la soluzione della chiusura al 2017 dell’impianto di termovalorizzazione di ACCAM, voluta da Lega e Forza Italia faceva a pugni con le imprescindibili richieste del Presidente Cremona che in ottobre aveva
presentato l’unica ipotesi percorribile.
Un lavoro presentato dal Presidente di ACCAM dopo 4 mesi dal suo insediamento, dettagliato e preciso che indicava la via di uscita dal problema pena il fallimento della società.
Oggi il Presidente Cremona si dimette perché non vuole fare il parafulmine di una serie di amministratori incapaci di gestire una situazione complicata e delicata, soprattutto per i lavoratori rispetto ai quali, dopo le parole di Cremona, chiediamo nuovamente e con forza precise assicurazioni
circa le tutele da attivare immediatamente. Busto Arsizio avrebbe dovuto essere regista e coordinatore delle iniziative su ACCAM e non
semplice spettatore di un processo che fin dall’inizio mostrava tutti i suoi limiti. Alla votazione sul revamping questa maggioranza si è astenuta con una posizione pilatesca. Ha stilato un protocollo guardando ad una data e ad una scadenza elettorale. Serviva invece una regia che costruisse un piano industriale serio, con garanzie per i lavoratori, un piano finanziario sostenibile, con uno studio di fattibilità serio senza sparare date a
casaccio come spot elettorali.
Invece la situazione di emergenza ormai chiara da anni è stata lasciata al suo destino ed ora rischia di naufragare alla deriva senza controllo e senza garanzie.
Adesso si cambia. Senza altri proclami. Il PD chiederà a Gianluca CASTIGLIONI di essere regista di questa partita mettendo al tavolo tutti i Comuni chiedendo loro senso di responsabilità, perché l’impianto non è di Busto Arsizio ma dell’intero territorio e nessun socio può sottrarsi dalle proprie
responsabilità. La volontà espressa dai soci è quella che l’impianto venga chiuso e trasformato. Su questo indirizzo noi governeremo questo processo senza vendere fumo e assumendoci le nostre responsabilità, chiudendo una partita che da vent’anni attende una soluzione che questa
maggioranza non ha mai voluto trovare. Busto e i suoi cittadini meriterebbero più Ascolto, più Attenzione più Azione.

Salvatore Vita
Per la Segreteria del Partito Democratico di Busto Arsizio

Leggi anche:

  • A cavallo tra le rocce lunari, e su astronavi fai da te

    Quante ne sono state dette sulla terra e sulla luna, sabato 18 ottobre a Busto Arsizio se ne vedranno delle belle sull’argomento. Appuntamento dalle 10 alle 16 al maneggio La Bastide in via Samarate, 150. Si farà una gimkana a cavallo tra modelli di rocce lunari, si costruirà un’astronave
  • Conferimento Ufficiale del Titolo Comune Europeo dello Sport 2019 alla Città di Sesto Calende

    Un lunedì pieno di emozioni ed entusiasmo è stato lo scorso 30 ottobre presso la sala d’onore del CONI a Roma per Simone PINTORI (Consigliere Comunale Delegato allo Sport) Danila DE CANDIDO (Consigliere Comunale Delegato ai Bandi) Andrea SCANDOLA (Rappresentante della Pro Sesto) Daniele
  • Cinque mastini della Pallanuoto Banco BPM Sport Management convocati in Nazionale

    Saranno ben cinque gli atleti della Pallanuoto Banco BPM Sport Management che dal 29 ottobre all’1 novembre 2017 si ritroveranno al Centro Federale di Ostia per il raduno collegiale della Nazionale Italiana. Il Commissario Tecnico Alessandro Campagna radunerà gli azzurri per quattro giorni di
  • Definiti gli accoppiamenti dei quarti di finale di Len Euro Cup

    Sorteggiati oggi gli accoppiamenti dei quarti di finale di Len Euro Cup, con la Pallanuoto Banco BPM Sport Management che ha conosciuto il nome della sua avversaria: la Stella Rossa Belgrado. La formazione guidata da mister Marco Baldineti dunque sfiderà la compagine serba (vincitrice