“Chi ha paura del buio?”, Ville Ponti su Italia1

Al timone del programma c’è Daniele Bossari

04 Dicembre 2018
Guarda anche: Cinema e TvEventiVarese Città

Intelligenza artificiale, realtà virtuale, veicoli a guida autonoma. Smartphone dotati di reti neurali. Arti bionici, droni. Criptomoneta. Sonde spaziali che si spingono sempre più lontano nella galassia. Viviamo in un presente che ha già superato la fantascienza. Ma quanto ne sappiamo realmente? e quali sono le conseguenze di questo inarrestabile sviluppo tecnologico?

 “Chi ha paura del buio?” è un programma divulgativo che cercherà di rispondere a queste e altre domande, guidando lo spettatore nel mondo delle nuove scoperte scientifiche, astronomiche e delle nuove tecnologie, spaziando dalla climatologia ai terremoti, dal global warming alle estinzioni di massa, con un occhio alla storia perché, per capire dove stiamo andando, occorre sapere da dove veniamo.

Un format innovativo, non solo a livello di contenuti ma anche di linguaggio, che sarà diretto, veloce, comprensibile, informale. Un programma che cercherà di spiegare la realtà in cui viviamo, che unirà tutte le tecnologie esistenti e concettuali in un flusso televisivo che vuole informare e, nel contempo, intrattenere. Un format rivolto a tutti, perché tutti, anche inconsapevolmente, utilizzano la tecnologia e nessuno può rimanere indifferente alla trasformazione che stiamo vivendo e a quello che ci riserva il futuro.

Nel palinsesto 2018 di Italia 1 prende il via da dicembre – con quattro appuntamenti in seconda serata – “Chi ha paura del buio?”, produzione inedita Quadrio dedicata a scienza e nuove tecnologie. Al timone del programma, Daniele Bossari, personaggio trasversale in grado di spiegare, rendere semplici e fruibili anche gli argomenti più complicati. Una guida affidabile che orienterà gli spettatori ad un giusto approccio con le novità.
Il programma si avvale del supporto scientifico di Matteo Miluzio, dottore in Astronomia e scienziato per la missione EUCLID dell’ESA, Filippo Bonaventura, Astrofisico e Lorenzo Colombo, Astrofisico e dottorando in Astronomia. Tre eccezionali divulgatori, vere e proprie star del web.

La splendida Villa Andrea Ponti di Varese sarà lo studio da cui verranno lanciate le rubriche e i servizi, il salotto dove Daniele accoglierà gli ospiti. La scelta di un edificio ottocentesco è un omaggio alla scena finale del film 2001 Odissea nello Spazio: un luogo ideale dove passato, presente e futuro si incontrano.

“Chi ha paura del Buio?” è presente sui social network per dare informazioni, anticipazioni, approfondimenti, video e materiale di backstage. “Chi ha paura del buio?” è un programma Quadrio in collaborazione con Rti, Publitalia Branded Entertainment e Fastweb,  presentato da Daniele Bossari, scritto da Cristina Meda e Daniele Bossari, con la regia di Arcadio Cavalli.

Tag:

Leggi anche:

  • Riqualificazione della Scuola Pellico: studenti in gita al cantiere

    Gli studenti della scuola Media Pellico di Varese faranno visita al cantiere il 20 dicembre per conoscere da vicino la trasformazione in corso sull’edificio scolastico. In accordo con il dirigente scolastico infatti il Comune di Varese e l’assessorato ai Servizi educativi ha organizzato una
  • Nuove modalità di raccolta differenziata in centro Varese

    Un centro più bello e pulito: è questo l’obiettivo che ha ispirato l’accordo tra Comune di Varese, commercianti e Acsm – Agam per il miglioramento della raccolta differenziata nelle vie del centro storico. Non più nel weekend quindi ma più giorni di ritiro durante la settimana per
  • Varese Turismo, appuntamento per le imprese

    Promuovere il territorio, coinvolgere gli stakeholder, abilitare all’utilizzo di strumenti innovativi: sono alcuni degli obiettivi che si pone Formazione #inLombard1a, progetto per tutti i professionisti che operano nel settore turistico-ricettivo che vivrà la sua quinta e ultima tappa regionale
  • Centri della Terza Età, si apre la Mostra di Natale

    Si apre domani la tradizionale Mostra di Natale dei prodotti artigianali realizzati dai frequentatori dei Centri della Terza Età del Comune di Varese. Per quattro giorni, da domani e fino al 16 dicembre dalle ore 10 alle 18, si potrà visitare lo spazio di via Romagnosi, ammirare le opere