Centro del Riuso di Malnate 2.0: sempre più utenti usano l’app

Grazie all’app si è ampliato il pubblico raggiunto dal centro malnatese

06 novembre 2018
Guarda anche: Malnate

Già da marzo 2018 il Centro del Riuso di Malnate si è dotato di nuovi strumenti tecnologi per permettere a molti più cittadini di poter usufruire del servizio. Chi non può accedere agli orari di apertura del Centro, infatti, ora può accedere comodamente da casa o da qualsiasi punto si trovi, alla “vetrina” di una selezione di oggetti disponibili.

Per chi non lo sapesse ancora, grazie alla collaborazione con studenti del corso di laurea in Informatica dell’Università dell’Insubria di Varese, è stata messa a punto una App Android chiamata AppRiuso.

La vetrina iniziale è composta da foto e una breve descrizione, e ciascun utente può di volta in volta operare facendo un’offerta, o monitorare lo stato delle precedenti, in un meccanismo del tutto simile a quello delle “aste on line”.

L’oggetto, che resta pubblicato per un periodo di tempo prestabilito, viene affidato al cittadino che, allo scadere dei termini, avrà fatto la migliore offerta, ritirandolo poi direttamente presso il Centro di Via Tre Corsi.

Grazie a questo meccanismo, in pochi mesi dall’entrata in funzione, più di 30 oggetti selezionati sono stati assegnati a nuovi proprietari grazie alla nuova App e hanno dato la possibilità di raccogliere circa 300 euro di offerte. Gli utenti attualmente registrati sono circa 170 e hanno a disposizione una selezione di circa 60 oggetti tra cui scegliere.

L’AppRiuso sta dimostrando di essere uno strumento molto utile soprattutto per ampliare il numero di “utenti” raggiungibili. Quindi, installate l’app o andate direttamente al Centro del Riuso, dove troverete sempre nuovi oggetti e fate la vostra libera offerta. Le vostre offerte serviranno per finanziare nuovi progetti sul territorio, consentendo di alimentare quel circuito virtuoso che ha già dato ottimi risultati. E, non meno importante, non dimenticate di lasciare al Centro anche gli oggetti che non vi interessano più.

Tag:

Leggi anche: