Carte d’identità elettroniche un monumento all’inefficienza?

Se lo chiede con un'interrogazione il capogruppo Pd Mirabelli

30 novembre 2015
Guarda anche: PoliticaVarese
cielettronica

Con un’interrogazione presentata nel Consiglio Comunale di lunedì sera, il capogruppo del Partito democratico Fabrizio Mirabelli sollecita la Giunta ad informarsi sulla situazione delle carte d’identità elettroniche, focalizzandosi in particolare sulle spese di gestione dei macchinari che sarebbero passate interamente in carico al Comune. Di seguito il testo:
Il sottoscritto consigliere comunale

premesso che,

fin dal 17 marzo 2001, la carta d’identità elettronica (CIE) avrebbe dovuto diventare l’emblema del modernismo nella P.A ovvero lo strumento privilegiato per dialogare con essa.;

considerato che,

l’anno dopo partì, infatti, la sperimentazione che coinvolse 156 Comuni, tra cui quello di Varese, sui circa 9000 esistenti;

dato che,

inizialmente, si stabilì che i cittadini pagassero questo nuovo documento 30 euro, poi diminuiti a 20 (compresa la foto), rispetto ai 5,75 euro (più foto) di quello cartaceo tradizionale, per un business atteso di circa 200 milioni di euro all’anno, di cui il Comune non intasca un soldo dato che i ricavati vengono, ogni mese, girati allo Stato;

visto che

la carta d’identità elettronica avrebbe dovuto sostituire il codice fiscale e dare accesso ad alcuni servizi internet;

poiché

questa tematica, nel corso degli anni, è già stata oggetto di ben tre mie interrogazioni;

chiede al Sindaco e alla Giunta

se risulti loro che, mentre all’inizio della sperimentazione il funzionamento dei macchinari, che è costoso, veniva finanziato dallo Stato, adesso, le spese molto elevate siano interamente a carico del Comune, il quale deve provvedere anche al personale occupato per questa funzione;
se risulti loro che la strumentazione necessaria sia ormai obsoleta, i pezzi di ricambio difficili da reperire, i costi di un’eventuale sostituzione proibitivi;
se risulti loro che, per questa ragione, l’Amministrazione di Bologna, così come molti altri Comuni che avevano attivato questo servizio, abbiano deciso, dal 2 novembre 2015, di chiuderlo definitivamente e che, altri, come, ad esempio, Roma e Napoli, abbiano segnalato un fabbisogno annuo molto basso rispetto alle dimensioni demografiche, ovvero rispettivamente 1500 e 500 carte;
quale sia la situazione a Varese;
quante siano, attualmente, le persone che, ogni anno, richiedono ancora la carta d’identità elettronica;
se sia stato attivato il portale web, come annunciato nella risposta alla mia ultima interrogazione in merito, e quali servizi, eventualmente, esso offra;
se non ritengano opportuno, alla luce dell’elevato costo per il Comune e della scarsa utilità per i cittadini, valutare la possibilità di chiudere definitivamente questo servizio come hanno fatto altri Comuni;
se non sia paradossale che i contribuenti, nel corso di questi tredici anni abbiano dovuto spendere un sacco di soldi tra progetti, consulenze varie, società inutili, spese legali e quant’altro per ritrovarsi con qualcosa che può essere considerato un vero e proprio monumento all’inefficienza della macchina burocratica.

Fabrizio Mirabelli

Tag:

Leggi anche:

  • Andrea Piccolo vince la 41° Piccola Tre Valli Varesine

    Sono stati 129 i ragazzi categoria Allievi che hanno partecipato alla 41° edizione della Piccola Tre Valli Varesine, tradizionale gara valevole come 2° prova del Giro della Provincia e 3° Trofeo Veneto Banca. A tagliare per primo il traguardo, dopo 60 chilometri di gara, Andrea Piccolo del
  • Pallanuoto – La BPM Sport Management espugna Torino con una grande prestazione

    La terzultima giornata della regular season del Campionato di A1 non riserva sorprese per la BPM Sport Management. Il sette di Gu Baldineti batte in trasferta il Torino ’81 per 19-9 (3-2, 5-3, 7-0, 4-4) e grazie ad un’ottima prestazione continua la preparazione alla Final Six, in programma tra
  • Progetto Binda 2017, quando il ciclismo è passione

    Il “Progetto Binda 2017” prende ufficialmente il via martedì 25 aprile con la Piccola Tre Valli Varesine, giunta alla sua 41° edizione. La tradizionale gara – valevole come 2° prova del Giro della Provincia categoria Allievi e come 3° Trofeo Veneto Banca – si disputerà a Induno
  • La Pro Loco fa il “giro del mondo” con Paola Gianotti

    Emozionante serata nella Sala consiliare del Castello Visconteo per il “Mese della Cultura” organizzato dalla Pro Loco Fagnano Olona guidata da Armida Macchi e Paolo Bossi. Guest star del momento è stata la famosa ciclista Paola Gianotti, contattata tramite il Gruppo Sportivo