Barbara Bouchet ospite alla sala Campiotti per il BA Festival

Camera di Commercio di Varese partner del BA Film Festival

01 Aprile 2019
Guarda anche: Busto ArsizioCinema e Tv

La collaborazione tra il BA Film Festival e la Camera di Commercio di Varese, inaugurata lo scorso anno con gli itinerari turistici curati dai Varese Tourist Angels, si rinnova anche per l’edizione numero 17 della manifestazione cinematografica di Busto Arsizio.

Martedì 2 aprile alle 18.00 la Sala Campiotti (piazza Monte Grappa 5) ospiterà un incontro con l’attrice Barbara Bouchet, icona incontrastata del cinema italiano negli anni ’70, presentato da Steve Della Casa, direttore artistico del BA Film Festival, e da Diego Pisati, giornalista de La Prealpina (ingresso libero e gratuito).
L’appuntamento sarà preceduto dalla presentazione dei contenuti artistici della stessa Sala Campiotti e di piazza Monte Grappa da parte dei Varese Tourist Angels, con ritrovo alle 17.45 nell’atrio al secondo piano della sede camerale.
«Il Baff conferma la propria collaborazione con la Camera di Commercio di Varese, che lo scorso anno aveva dato vita ai percorsi culturali all’interno della città attraverso il progetto “Varese Tourist Angels” – le parole di Manuela Maffioli, assessore alla cultura del Comune di Busto Arsizio – Quello della rete anche interistituzionale è uno dei punti di forza del Festival e delle politiche culturali dell’Amministrazione comunale, che guarda quindi con molto favore al coinvolgimento di Varese in questa edizione della manifestazione, in un’ottica di cultura diffusa dentro e fuori i confini della città».
Da parte sua, il presidente della Camera di Commercio varesina, Fabio Lunghi, ricorda che «Il sistema produttivo culturale e creativo rappresenta un elemento di rilievo nel contesto dell’economia italiana. L’ultimo rapporto “Io Sono Cultura”, elaborato da Fondazione Symbola con Unioncamere, evidenzia come a questo sistema si debba il 6% della ricchezza prodotta nel nostro paese: oltre 92 miliardi di euro, in crescita negli ultimi anni. Ed è questo uno dei motivi per cui alle Camere di Commercio, quali promotrici dello sviluppo economico territoriale, sono stati affidati anche compiti in materia di valorizzazione del patrimonio culturale e di promozione del turismo».

Barbara Bouchet – Brevi note biografiche
Nata in Cecoslovacchia, ma di origine tedesca, Barbara Bouchet è cresciuta negli Stati Uniti dove ha esordito poco più che ventenne diretta da Otto Preminger in Prima vittoria del 1965. Amatissima da Martin Scorsese, che l’ha voluta in Gangs of New York, tra i tanti registi con cui ha lavorato in Italia ricordiamo Pasquale Festa Campanile, Lucio Fulci, Luciano Salce, Mauro Bolognini, Sergio Martino, solo per citarne alcuni. Tutti autori di un cinema di genere oggi riscoperto e rivalutato di cui lei è stata protagonista indiscussa. Dopo tante apparizioni in fiction e serie televisive, l’attrice è tornata recentemente sul grande schermo in ruoli ironici in Easy – Un viaggio facile facile di Andrea Magnani e Metti la nonna nel freezer di Giancarlo Fontana e Giuseppe Stasi. Prossimamente la vedremo nel nuovo film di Checco Zalone, in fase di produzione.

Tag:

Leggi anche:

  • Busto Arsizio, per Gian Pietro Rossi la civica benemerenza

    Di seguito il testo dell’intervento pronunciato dal sindaco Emanuele Antonelli in occasione dei funerali del senatore Gian Pietro Rossi, celebrati questa mattina in basilica san Giovanni. “Un padre. Ecco chi era Gian Pietro Rossi per Busto Arsizio, la città a cui ha dedicato tutta la vita, a
  • Siglata la convenzione con le scuole dell’Infanzia paritarie: più attenzione alle fragilità

    E’ stata siglata ieri la convenzione tra l’Amministrazione comunale e le scuole dell’Infanzia paritarie di ispirazione cattolica. Lo annuncia con particolare soddisfazione l’assessore all’Educazione Gigi Farioli: “Abbiamo raggiunto un obiettivo prioritario che dimostra la costante
  • Tutti in bicicletta lungo la nuova via Lonate

    La via, arteria di transito fondamentale per la città, è ora molto più sicura per tutti gli utenti della strada, in primis per gli utenti deboli che finalmente possono contare su nuovi marciapiedi e su un’ampia pista ciclabile. E’ nuovo di zecca anche l’impianto di illuminazione a led,
  • Ultimo ricco weekend a Miniartextil Humans

    Ultima settimana di apertura per MINIARTEXTIL HUMANS al Museo del Tessile: dopo avere portato, per il secondo anno consecutivo, la cultura della fiber art in una delle città italiane più rappresentative del mondo tessile, la mostra si appresta a salutare il suo pubblico che potrà contare su un