Bando per l’acquisto di bici elettriche. Cento richieste finanziate

Trentamila euro di contributi per una mobilità sostenibile e sicura

26 Maggio 2020
Guarda anche: Comune di Varese

Cento biciclette elettriche sono già pronte a circolare per Varese. È il risultato del bando per la mobilità sostenibile promosso lo scorso gennaio dal Comune di Varese. L’amministrazione ha pubblicato oggi la graduatoria di quanti sono stati ammessi al finanziamento. Le risorse, trentamila euro, saranno distribuite a coloro che sono stati ammessi al contributo per l’acquisto di una bici a pedalata assistita. «La rivoluzione della mobilità ciclabile e pedonale era già in atto da tempo – afferma l’assessore Andrea Civati – tanto che la nostra amministrazione aveva pubblicato questo bando lo scorso gennaio. L’arrivo del virus però ha accelerato ulteriormente questo processo. Farsi trovare pronti, con politiche già attive, è dunque fondamentale: Varese ci arriva con già cento cittadini che potranno acquistare una bici elettrica grazie al contributo del Comune di Varese. Inoltre, questa iniziativa si unisce all’intervento sui percorsi sostenibili casa-scuola che stiamo portando avanti in oltre 20 istituti scolastici e alla realizzazione delle nuove stazioni di bike sharing».

In totale le domande pervenute, e ritenute idonee, sono state circa 200. Grazie ai fondi stanziati per questo primo bando potranno essere finanziate subito le prime cento richieste, ma l’amministrazione sta già cercando le risorse per soddisfare tutte le domande arrivate dai cittadini che hanno espresso la volontà di preferire una mobilità più sostenibile e sicura. «La grande partecipazione a questo bando – prosegue l’assessore – ci fa capire quanto la riconversione verso l’utilizzo della bicicletta sia sempre più reale e sentita dai cittadini, in particolare per gli spostamenti casa-lavoro. Per questo intendiamo reperire al più presto i soldi necessari per finanziare anche tutte le altre domande pervenute che oggi non hanno trovato la disponibilità necessaria».

Tra i requisiti del bando, e dunque per fare domanda, veniva richiesto di avere almeno 16 anni di età, di essere residente nel comune di Varese e di lavorare in città. Le cento domande che sono state ammesse al finanziamento potranno beneficiare da subito del rimborso del 50% della spesa sostenuta per l’acquisto della bici, fino a un massimo di 300 euro a testa.

«Confermiamo ancora una volta la nostra attenzione alle politiche green più innovative – conclude Civati – in linea con le esperienze delle altre città italiane ed europee che puntano a migliorare la mobilità delle città, in particolare in questo periodo di emergenza sanitaria in cui il tema di come ci si sposterà nel prossimo futuro occuperà per anni le agende politiche e le scelte amministrative. Varese si conferma ancora una volta un passo avanti».

Tag:

Leggi anche:

  • Insubria, Economia e Management sceglie il numero chiuso

    Diventa a numero chiuso il corso di laurea triennale in Economia e Management dell’Università dell’Insubria. Per il prossimo anno accademico saranno disponibili 640 posti, che potranno essere occupati sulla base dell’ordine cronologico di immatricolazione, a partire dal 16 luglio,
  • Masterplan stazioni, il Centrodestra “boicotta” la Commissione Urbanistica

    La minoranza di centrodestra ha deciso di non presentarsi, questa sera, alla seduta della Commissione Urbanistica del Comune di Varese. “Un segno di protesta per lo scarsissimo tempo che la giunta ci ha dato per analizzare la fitta documentazione sul masterplan dell’area delle
  • Varese cultura: un bando per eventi attrattivi

    Tra le linee guida di una ripartenza sostenibile, l’Organizzazione Mondiale del Turismo pone la valorizzazione delle identità e delle iniziative culturali a livello locale e Otto Scharmer, esperto di change management e professore al MIT- Massachusetts Institute of Technology di Boston, ha
  • 56.500 euro per altri sei progetti finanziati da fondazione comunitaria del varesotto

    La fase acuta dell’emergenza sanitaria è finita, ma sono tanti gli strascichi in termini di bisogni sociali ed educativi pregressi e di nuova insorgenza. Fondazione Comunitaria del Varesotto continua a lavorare alacremente per sostenere gli Enti del Terzo Settore che si occupano delle