Autolinee Varesine, abbonamenti per il prossimo anno con l’adeguamento tariffario

Sarà disponibile il modulo per accedere alle detrazioni fiscali previste nel 2019 su tutti gli abbonamenti validi nell’anno 2018

07 agosto 2018
Guarda anche: Trasporti Strade Autostrade

Da lunedì 6 agosto, è possibile richiedere presso le biglietterie di Autolinee Varesine gli abbonamenti per il nuovo anno scolastico. È anzi altamente consigliabile recarsi in queste settimane presso gli uffici dell’azienda di trasporto, per evitare il comprensibile “sovraffollamento” che si riscontra sempre nei giorni immediatamente precedenti all’inizio della scuola, quest’anno previsto per mercoledì 12 settembre.

Inoltre, nei prossimi giorni sarà anche disponibile il modulo per accedere alle detrazioni fiscali previste nel 2019 su tutti gli abbonamenti validi nell’anno 2018, le quali permettono dunque di recuperare, in sede di dichiarazione dei redditi, una parte dell’importo speso per viaggiare con i mezzi pubblici.

Gli uffici di Autolinee Varesine si trovano a Varese (piazzale Kennedy, di fronte al mercato), Bardello (via Marconi 26), Ghirla (piazzale Stazione) e Luino (viale Dante 9). Gli abbonamenti alle linee urbane di Varese sono acquistabili solo presso la biglietteria di piazzale Kennedy, e in questo caso è necessario portare due fototessere e la copia del documento di identità del passeggero: gli stessi documenti servono anche a chi deve abbonarsi alle linee extraurbane, ma solo in caso di nuovi abbonati (per i rinnovi, basta infatti portare il tesserino di riconoscimento usato l’anno scorso).
Tra gli abbonamenti particolarmente diffusi, c’è senz’altro l’integrato Ctpi da 70 Euro al mese, che permette di viaggiare su tutti i mezzi del Ctpi (il Consorzio costituito da Autolinee Varesine e Castano) senza alcuna limitazione, passando dunque dai servizi urbani di Varese a qualunque linea extraurbana. Chi avesse necessità di viaggiare anche in treno, invece, può richiedere presso le stazioni ferroviarie le informazioni relative ai titoli di viaggio “Trenocittà”, “Io viaggio Ovunque in Lombardia” e “Io viaggio Ovunque in Provincia”: quest’ultimo, al costo di 76 Euro mensili, permette di viaggiare su tutti i mezzi di trasporto del Varesotto.

In ottemperanza alla delibera della Giunta Regionale Lombarda dello scorso 10 luglio 2018, le tariffe del trasporto pubblico subiscono – per i titoli di viaggio validi da settembre – un incremento di circa l’1%. Essendo l’aumento tanto contenuto, lo stesso viene ricaricato solamente su alcuni titoli di viaggio, al fine di evitare ingenerose penalizzazioni dell’utenza.

Nello specifico, per quanto riguarda i servizi urbani di Varese, restano invariate le tariffe di 1.40 Euro per il biglietto valido 90 minuti e di 13 Euro per il carnet 10 biglietti: l’abbonamento settimanale passa ad esempio da 9.30 Euro a 9.40 Euro, il mensile feriale da 29 Euro a 29.50 Euro, il mensile senza limitazioni da 34 Euro a 34.50 Euro. Per quanto riguarda gli abbonamenti specifici per studenti, l’annuale (valido da settembre a giugno) passa da 200 Euro a 202 Euro, mentre il mensile da 26 Euro a 26.50 Euro.

Si tratta dunque di un adeguamento tariffario davvero minimo, che anche sui servizi extraurbani si ripercuote allo stesso modo, cercando di salvaguardare l’importo dei biglietti singoli e di gravare solo in minima parte sugli abbonamenti.

L’ultimo incremento tariffario risaliva all’autunno 2015.

Tag:

Leggi anche: