Arte e territorio all’Università dell’Insubria

Giovedì 21 il seminario realizzato con gli studenti del Frattini e del Manzoni

15 aprile 2016
Guarda anche: Varese Città
univ

“Alla luce del talento creativo” è il titolo del Seminario Arte e Territorio 2016: si svolgerà nell’Aula Magna del Collegio Cattaneo giovedì 21 aprile dalle ore 9 alle ore 13.

Giunto al suo secondo appuntamento il Seminario Arte e Territorio, curato da Stefania Barile nell’ambito delle attività formative del Progetto dei Giovani Pensatori promosso dal professor Fabio Minazzi, si presenta nella veste progettuale. «Se lo scorso anno aveva posto le basi teoretiche (antropologiche, estetiche e artistiche) con la prima fase, Le radici della creatività, in questa seconda fase il Seminario Arte e Territorio propone l’attività che su quelle basi si è formata Alla luce del talento creativo» spiega Stefania Barile.
Da parte sua il professor Minazzi ha invece sottolineato come esista «un profondo nesso concettuale e civile tra la riflessione sull’arte, sul bello, sulla filosofia e sulla legalità, secondo i vari e diversificati elementi progettuali presenti e dialoganti tra di loro all’interno del progetto complessivo dei Giovani Pensatori che è cresciuto nel corso degli anni, aiutando sempre più gli studenti coinvolti ad essere protagonisti attivi e propositivi».

I docenti e gli studenti del Liceo “Frattini” in collaborazione con un gruppo di allievi del Liceo Musicale Statale “Manzoni” di Varese presentano il progetto teatrale Migranti ai loro compagni del Dipartimento di Scenografia del Liceo “Frattini” e agli esperti invitati per offrire le proprie specifiche competenze in ambito teatrale, drammaturgico, scenografico e musicale. I docenti coinvolti nel progetto sono Ignazio Campagna, Constantin Migliorini e Andrea Minidio del Liceo Frattini. Gli esperti sono Chiara Pasetti (drammaturgia, Universitè Haute-Normandie), Eleonora Moro (regia teatrale, Scuola Paolo Grassi di Milano), Marcella Morellini (coordinamento musicale, Liceo Musicale Manzoni) e Sergio Giacon (scenografia, Mediaset). «L’obiettivo di questo intervento culturale, propedeutico alla realizzazione della rappresentazione teatrale Migranti, consiste nel dimostrare il legame indissolubile tra arte e territorio attraverso un pensiero creativo inteso come progettualità attiva nel territorio di appartenenza, rivolta alla riflessione e all’approfondimento di una tematica sociale di particolare interesse civile» conclude la professoressa Barile.

Tag:

Leggi anche: