Approvato il Piano di rientro: la Provincia di Varese è salva

Il Presidente Gunnar Vincenzi: «Approvato il piano di rientro, abbiamo salvato la provincia dal fallimento»

02 febbraio 2017
Guarda anche: AttualitàVarese Città

«Approvato il Piano di rientro. Ora possiamo dire che abbiamo salvato la Provincia di Varese dal fallimento. Adesso dobbiamo continuare a lavorare duramente per ripianare il disavanzo e continuare a garantire i servizi ai cittadini». Questo il primo commento del Presidente della Provincia di Varese Gunnar Vincenzi dopo il parere favorevole espresso ieri dalla Corte dei Conti dopo un ora e mezza di Camera di Consiglio in merito al Piano di riequilibrio finanziario di Villa Recalcati.
«C’è soddisfazione per questo risultato, non era scontato, per nulla. Voglio ringraziare tutto il personale della Provincia, dal primo all’ultimo dipendente, perché in questi due anni siamo stati protagonisti di uno sforzo collettivo pazzesco. Oltre al passivo ci siamo trovati ad amministrare la Provincia in un momento di riforma dell’Ente e con grande scarsità di risorse rispetto al passato. Però non abbiamo mai mollato un millimetro, grazie in primis al lavoro della Consigliere provinciale delegata al bilancio Laura Cavallotti e di tutti i consiglieri di maggioranza, che in questi due anni hanno supportato la mia amministrazione. Oggi festeggiamo perché è giusto farlo quando si raggiunge un risultato così importante, quando un ente pubblico fallisce la prima cosa che saltano sono i servizi e questo, in una provincia come la nostra, non potevamo permetterlo. Siamo però già concentrati su quello che c’è da fare perché il piano di rientro approvato dalla Corte è decennale e prevede tutta una serie di scadenze da rispettare».
«Sapete che non sono uno a cui piace fare polemica, ma almeno oggi fatemelo dire: in questi due anni ho sentito tanti soloni e improvvisati esperti di bilancio mettere in dubbio il disavanzo che abbiamo ereditato dalla gestione commissariale, ho perfino ricevuto accuse di aver inventato il “buco” per fini politici. Bene noi abbiamo sempre risposto con i fatti e la Corte dei conti oggi dice che un disavanzo c’era e qualcuno, la mia amministrazione, lo ha scoperto e lo sta risanando. Non mi aspetto le scuse da parte di nessuno, sulla gestione passata lascio ogni giudizio ai cittadini. Sulle eventuali responsabilità stanno lavorando le autorità giudiziarie competenti».
Vincenzi ha poi spiegato quali sono state le azione messe in campo per ripianare: «Abbiamo attuato razionalizzazione della spesa corrente, attraverso la riduzione del personale, anche sulle indicazioni della legge Delrio, che ha portato a un risparmio di circa 4 milioni di euro; varato un Piano alienazione degli immobili, che ha portato alla cessione di due caserme: Carabinieri di Busto Arsizio (1 milione 100 mila euro) e
Vigili del Fuoco di Varese (3 milioni 400 mila euro) per un totale di 4 milioni 500 mila euro; abbiamo rinegoziato i mutui, recuperando a fine 2015 circa 2 milioni di euro e stiamo lavorando alla razionalizzazione delle partecipazione di Provincia in alcune società. Operazione questa non ancora definita e attualmente in corso».
Infine il Presidente ha messo sul tavolo alcune riflessioni sul futuro: «La sentenza della Corte dei conti e l’esito referendario hanno fissato due paletti importanti per il nostro Ente. Ora anche i livelli istituzionali superiori devono fare la loro parte: il Governo dovrà decidere compiti e competenze delle Province e Regione, per quanto riguarda le funzioni a noi delegate, dovrà erogare le risorse necessarie con maggior puntualità rispetto a quanto fatto sino a ora. Da parte nostra continueremo a lavorare con il massimo impegno per rispettare il Piano di rientro, ma anche per continuare a garantire tutti i servizi come del resto abbiamo sempre fatto».

Tag:

Leggi anche:

  • Presentazione del campionato di serie A1 maschile della Pallanuoto Banco BPM Sport Management

    Sarà una bella giornata di Sport e Cultura quella di giovedì 19 ottobre 2017 per la città di Busto Arsizio. Alle ore 13.00 nell’aula magna del Liceo “Paolo Candiani” (Via Luciano Manara, 10, Busto Arsizio – VA) sarà presentata ufficialmente la Pallanuoto Banco BPM Sport Management
  • Pallanuoto Banco BPM Sport Management pareggia 11-11 contro gli ungheresi dello Miskolvic Vlc

    Sfodera una prova tutto cuore la Pallanuoto Banco BPM Sport Management che acciuffa un incredibile pareggio nella prima gara del round 2 di Len Euro Cup, con il sette guidato da mister Marco Baldineti che trova in rimonta l’11-11 contro gli ungheresi del Miskolci Vlc, formazione favorita del
  • Progetto Porte Aperte allo Sport

    La Delegazione Provinciale CONI di Varese lancia l’iniziativa  PORTE APERTE ALLO SPORT. E’ una evoluzione del classico Sport in Piazza, concepita per chiamare in causa direttamente le Società Sportive che aderiranno  rendendole protagoniste, dal 14 ottobre al 16 novembre,
  • Ottobre all’insegna di sport, castagne e stelle tra Sondrio e Valmalenco

    Si parte dallo sport giovanile domenica 8 ottobre, nello splendido centro sportivo di Chiuro, dove torna il “Trofeo delle Province”: manifestazione di atletica leggera che vedrà in pista centinaia di atleti, di 12 e 13 anni, provenienti dai comitati provinciali FIDAL lombardi e non solo. Si