Angera, la Pedalata del Solstizio

Domenica 21 giugno un appuntamento per tutti gli amanti del ciclismo, professionisti e amatoriali

17 giugno 2015
Guarda anche: Culture e SpettacoloLaghiSport
pedalata ecologica-2

Il quarto appuntamento di Pedalarcultura la rassegna di visite ed eventi culturali in bicicletta. L’organizzazione è coordinata dalla LibEreria nella Bottega del Romeo, il punto di riferimento per il cicloturismo sul Verbano.

La cultura sposa lo sport, poiché la Pedalata del Solstizio seguirà il tracciato (in circuito) di un importante evento agonistico che si svolgerà a fine luglio, il 26, ovvero la Coppa dei Laghi, una gara internazionale per Under 23, organizzata da Cycling Sport Promotion. Lo stesso circuito, di circa 25 km, si presta a un altro approccio ciclistico, quello lento e culturale, alla scoperta di curiosità e bellezze di piccoli e grandi paesi attraversati dalla competizione: Angera, Ranco, Taino, Osmate, Mercallo, Oriano (Sesto Calende).

La Pedalata del Solstizio, il 21 giugno, andrà alla scoperta di angoli inconsueti tra il Lago Maggiore e il Lago di Comabbio. I partecipanti, durante la loro visita, andranno poi a inaugurare una mostra d’arte e fotografia dal titolo “Biciclette e poeti dell’immagine”, che rimarrà allestita dal 21 giugno al 26 luglio in cinque località lungo il percorso: ad Angera esporrà il fotografo napoletano Salvatore Di Vilio, a Taino sarà allestita una mostra del fotografo romano (ma varesino d’adozione) Guido Rubino, a Ranco sarà visitabile la mostra del fotografo salernitano Nicola Ianuale, a Mercallo si potranno ammirare i reportage “d’epoca” di Diego Franzetti, mentre a Osmate saranno esposti i quadri del pittore milanese e cantautore Roberto Sironi.

La Pedalata del Solstizio partirà alle ore 10 presso l’ufficio turistico e il Museo Archeologico di Angera, in via Marconi. La sosta per il pranzo sarà a Taino, nei pressi del monumento di Giò Pomodoro, che proprio nel giorno del solstizio disegna una vera e propria magia sulle sue pietre.
Come tutti gli eventi proposti da Pedalarcultura, non manca l’aspetto enogastronomico: il pranzo (leggero), infatti, proporrà degustazioni e piatti tipici dei laghi. La Pedalata del Solstizio, poi, proseguirà anche nel pomeriggio, sempre a ritmi accessibili anche ai meno allenati.

Per iscrizioni: le adesioni devono pervenire tra il 16 e il 19 giugno alla LibEreria c/o la Bottega del Romeo, in piazza San Martino a Ispra (VA), tel. 348 8516760, lalibereria@bottegadelromeo.com.  La quota d’iscrizione è di 22 euro (itinerario guidato+pranzo tipico). E’ possibile, inoltre, noleggiare le bici sul posto, con prenotazione obbligatoria al 348 8516760.

Tag:

Leggi anche:

  • Calcio, Europe League – Il Milan si beve lo Shkendjia ed ipoteca i gironi

    Un match senza storia quello che ieri sera ha visto il Milan imporsi sui macedoni dello Shkendija. A San Siro, nel primo atto dei playoff di Europa League finisce addirittura 6 a 0 grazie alle doppiette di Silva e Montolivo a cui si sono aggiunte le reti di Borini ed Antonelli. Se è vero che gli
  • Janus River a Villa Recalcati

    Si terrà domani giovedì 17 agosto a partire dalle ore 10:3= presso l’Ufficio di Presidente di Villa Recalcati la conferenza stampa per accogliere Janus River, il ciclista ottantenne che da 17 anni sta girando il mondo a bordo della sua bicicletta. All’evento saranno presenti il Vicepresidente
  • La Piscina Manara di Busto Arsizio sarà la casa delle giovanili della BPM Sport Management

    La pallanuoto e Busto Arsizio: un legame che diventerà ancora più stretto nella stagione 2017/2018 grazie alla volontà di Sport Management di investire ulteriori risorse in una delle discipline più importanti per l’azienda e che ha nella Piscina Manara il fulcro della sua attività. La
  • Janus River: 
la tappa malnatese
 del giro del mondo ad 80 anni in bicicletta

    Passerà da Malnate Janus River, il ciclista ottentenne che dal 2000 si è proposto di fare il giro del mondo su due ruote, contando su un budget di 3 euro al giorno e la generosità di chi incontra. Classe 1936, la tempra che può avere solo chi nasce in Siberia, 17 anni fa ha iniziato il viaggio