All’Università dell’Insubria si balla il tango

Una settimana a ritmo di musica per il bicentenario di Varese Città e per quello dell'indipendenza argentina

31 maggio 2016
Guarda anche: Varese
tango

 

Il 2016 unisce la storia di Varese a quella dell’Argentina: ricorrono infatti sia i duecento anni di Varese Città, sia il bicentenario dell’Indipendenza argentina. Per questo motivo dal 5 al 12 giugno è in programma la “Settimana del Tango e della cultura argentina a Varese”, manifestazione articolata in numerosi eventi pubblici − mostre, conferenze, musica e danze argentine, proiezioni in vari spazi della città e della provincia, con l’obiettivo di portare la cultura argentina nella città di Varese.

La manifestazione è organizzata dall’Università degli Studi dell’Insubria e dal Tango Social Club di Varese, in collaborazione con il Consolato argentino in Milano e il Comune di Solbiate Arno, con il patrocinio dell’Accademia Porteña del Lunfardo, del Comune di Varese e di Filmstudio90, su iniziativa dello scrittore e giornalista italo-argentino Sabatino Annecchiarico, membro del Centro di Ricerca sui Fenomeni Linguistici e Culturali del Dipartimento di Scienze Teoriche e Applicate, corrispondente per l’Italia dell’Accademia Porteña del Lunfardo, e membro del Tango Social Club, associazione culturale che si dedica da anni a divulgare la cultura del tango sul territorio varesino grazie alla passione di alcuni associati, fra cui il vice-Presidente stesso, Luigi Tufano.

Proprio per arrivare a un pubblico vasto e con interessi diversamente declinati all’interno del medesimo tema, la cultura argentina, il programma è particolarmente ricco, con iniziative sia teorico-accademiche, sia di intrattenimento aperte a tutta la cittadinanza. Si inizia domenica 5 giugno con una “Gran Milonga” in Piazza Monte Grappa, dove tutti potranno ballare liberamente il tango sin dalle ore 19.30. Il 7 giugno, alle ore 14.30, in particolare, l’Università degli Studi dell’Insubria ospiterà, nell’Aula Magna ‘Granero-Porati’ di via Dunant 3, il Professor Gustavo Varela, uno dei maggiori esperti argentini di storia del tango, docente dell’Università UBA di Buenos Aires, Direttore del Master in Storia Sociale e Politica del Tango, che terrà un seminario dal titolo ‘Storia sociale e politica del tango’, rivolto agli studenti e aperto anche all’intera comunità varesina. Introdurrà Sabatino Annecchiarico con una sintesi sull’influenza italiana nel tango argentino; interverranno i professori Gianmarco Gaspari (Presidente del corso di laurea in Scienze della Comunicazione), Giulio Facchetti (Docente di Linguistica e Semiotica) e Alessandra Vicentini (Direttrice del Centro di Ricerca sui Fenomeni Linguistici e Culturali). Il seminario sarà intermezzato da musiche argentine eseguite dall’Ensemble ‘I piccoli musici estensi’ diretto dal maestro Carlo Taffuri, a cura dell’Associazione ImmaginArte di Varese. La comunicazione si svolgerà in lingua spagnola, con un servizio di interpretazione simultanea verso l’italiano offerto dall’Istituto superiore SSML di Varese.

«Il Professor Varela è stato invitato quale ospite d’onore di tutta la manifestazione proprio per aprire nel nostro territorio una finestra con uno sguardo particolare sul concetto del tango, superando l’estetica del ballo per addentrarci nella stessa essenza che richiama l’ampio significato del “fenomeno più originale del Plata”, così come lo definì lo scrittore argentino Ernesto Sabato», specifica il dottor Annecchiarico.

«Il Seminario e la Settimana tutta sono esempi di iniziative che il Centro di Ricerca sui Fenomeni Linguistici e Culturali intende proporre all’attenzione del grande pubblico con lo scopo di disseminare temi quali l’interazione multietnica e multi-/inter-culturale e i loro riflessi sui piani sociolinguistici, intenti che già si sono realizzati attraverso diversi eventi nell’ambito del progetto “Osservatorio permanente sull’italiano e la multiculturalità”» dichiara la Professoressa Vicentini.

Secondo il Professor Gaspari l’intera settimana rappresenta «un momento particolarmente importante per gli studenti di Scienze della Comunicazione, con un’apertura verso tematiche internazionali e culturali, oggetto di ricerca, tesi e discussioni accademiche anche presso la nostra Università, che puntano allo studio di espressioni artistiche quali il tango come identità, cultura e letteratura di un popolo. Un fenomeno transculturale, quello del tango, che Borges definì come “un incantesimo, una ventata che sfida gli anni affaccendati” al cui confronto l’uomo è certamente destinato a “durare meno”».

Durante i vari momenti della “Settimana del tango e della cultura argentina a Varese” che prevedono mostre, proiezioni di film e seminari saranno presenti le Autorità varesine e argentine, con la partecipazione del Console Generale della Repubblica Argentina a Milano, Luciano Tanto Clement.

Nella manifestazione conclusiva del 12 giugno alla Casa del Sole a Barasso, occasione mangereccia e gioviale grazie a un convivio tipicamente argentino, a base di Asado (grigliata argentina), con musicisti tangheri professionisti, canti e balli argentini all’aria aperta, si svolgerà la commemorazione pubblica per i festeggiamenti relativi ai 200 anni di Varese Città e ai 200 anni dall’Indipendenza argentina.

«Una iniziativa che permette di stabilire un punto di incontro fra l’Accademia e la comunità varesina, occasione per un dialogo interculturale su temi sociali e politici attuali, che pongono la Città di Varese e l’Università degli Studi dell’Insubria al centro di due ricorrenze storicamente importanti», sottolinea il Rettore, Professor Alberto Coen Porisini.

«La nostra giovane Nazione, l’Argentina, ha accolto sul proprio suolo milioni di esseri umani provenienti da ogni angolo del mondo, prevalentemente dall’Italia. Una storia interrotta d’accoglienza che tuttora non si ferma. Proprio quest’anno noi argentini festeggiamo i primi 200 anni di storia a partire dal 1816 con l’Indipendenza dalla Spagna. Festeggiare quest’avvenimento con la fraterna comunità di Varese, in particolare con la Città varesina gemellata con i nostri anni, è un felice e grato onore. Ringrazio i promotori e gli organizzatori di questa Settimana del Tango e della Cultura argentina che si svolgerà a Varese, terra che non solo ha dato molti migranti all’Argentina, ma ha anche saputo accogliere con generosità i nostri connazionali» conclude il Console Generale della Repubblica Argentina a Milano, Luciano Tanto Clement.

Di seguito, in sintesi, gli appuntamenti previsti in calendario:
DOMENICA 5, ore 19.30 – Piazza Monte Grappa (Varese)

Gran Milonga di benvenuto per La Settimana del Tango e della Cultura Argentina a Varese.

LUNEDÌ 6, ore 18.15 – Spazio Arte UnipolSai, Piazza Monte Grappa, 12 (Varese)

Mostra fotografica “VA-rese, microvalorizzazione del quotidiano”.

MARTEDÌ 7, ore 14.30 – Università degli Studi dell’Insubria, Aula Magna “Granero-Porati”, Via Dunant 3 (Varese)

SEMINARIO “Storia sociale e politica del tango”, Relatore Prof. Gustavo Varela

MERCOLEDÌ 8, ore 21.00 – Galleria Manzoni (Varese centro)

Tango Illegal.

GIOVEDÌ 9, ore 20.30 – Cinema Nuovo, Via dei Mille 39 (Varese)

Un ultimo tango, film di German Kral (2016).

VENERDÌ 10, ore 21.00 – Biblioteca Comunale, Via Chinetti 11 (Solbiate Arno)

Serata di Tango e Milonga a Solbiate Arno.

DOMENICA 12, ore 12.00 – Casa del Sole, Via Al Piano (Barasso)

Manifestazione conclusiva ‘Concerto e Asado criollo pampeano (tradizionale grigliata argentina)’.

Per info e prenotazioni per gli eventi che richiedono l’iscrizione:

e-mail:

sabatino.annecchiarico@gmail.com

gotangi@me.com

alessandra.vicentini@uninsubria.it

recapiti telefonici:

340-6559653

335-242289.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

      La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti