Alla scoperta (gratuita) di Villa Recalcati

Sabato 5 settembre occasione per tutti i varesini di conoscere meglio uno dei gioielli più belli

02 settembre 2015
Guarda anche: Varese Città
Provinciavoto

Sabato 5 settembre in Villa alla scoperta dei segreti e delle bellezze artistiche e architettoniche custodite nella sede della Provincia di Varese.

In occasione della festa Casbeno Insieme, Provincia di Varese apre le porte di Villa Recalcati ai cittadini e organizza una doppia visita guidata nelle stanze e nel parco della storica dimora, che sorge al centro della castellanza. Il ritrovo per i visitatori è fissato all’interno del cortile d’onore di piazza Libertà e le visite si terranno alle 15.30 e alle 17.30. Ingresso gratuito.

Tag:

Leggi anche:

  • Villa Recalcati, addio al cedro malato

    Sono da poco iniziate le operazioni di taglio del cedro del libano del parco di Villa Recalcati. Gli uffici competenti nelle scorse settimane hanno cercato e valutato tutta una serie di opzioni con l’obiettivo di evitare l’abbattimento. Nessuna delle ipotesi vagliate insieme agli esperti e agli
  • “Ridiamo colore alle loro vite” un progetto per le vittime di violenza

    ‘Ridiamo colore alle loro vite’ attraverso il gioco e le attività ricreative. Questo il progetto presentato questa mattina a Villa Recalcati,  messo in campo da Fondazione Felicita Morandi, realtà che opera sul territorio della provincia di Varese e si occupa dell’accoglienza e del primo
  • Scuola lavoro, oggi a Villa Recalcati i primi progetti

    Questa mattina a Villa Recalcati si è riunito ufficialmente per la prima volta il Tavolo unico provinciale Scuola Formazione Lavoro, che ha come obiettivo quello di fare rete fra le istituzioni e gli operatori socio economici del territorio per costruire un’offerta formativa all’avanguardia e
  • MAM Morazzone, proposta di ricollocamento dei lavoratori

      Si è riunito oggi pomeriggio a Villa Recalcati il tavolo tecnico per affrontare la crisi dell’azienda MAM di Morazzone, recentemente fallita e che ha lasciato a casa circa 100 lavoratori, di cui 68 ancora senza occupazione. Al tavolo, promosso dal consigliere provinciale al Lavoro Giuseppe