Alla Badia di Ganna gli artisti indipendenti

La mostra collettiva è visitabile fino al prossimo 23 agosto

12 agosto 2015
Guarda anche: AperturaCulture e SpettacoloVarese Città
badiadiganna

Da sabato 8 agosto è attiva la mostra collettiva organizzata dall’associazione Artisti Indipendenti presso la Badia di Ganna, col patrocinio della Provincia di Varese che detiene la proprietà del prezioso stabile.

La mostra è visitabile al sabato dalle 15 alle 17 e nei giorni festivi dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18, con ingresso libero. Espongono i seguenti artisti: Gabriella Bottarelli Guerra, Massimo Perucchetti, Francesco Calloni, Carlo Proverbio, Eugenio Ricci, Laura Pozzi Rinaldi, Massimo Spolon, Aldo Testa, Mara Tibiletti, Sandra Trabacchi, Enzo Vignola, Daniele Villa, Monica Niada, Mario Manca, Carlo Forte, Renzo Fasan, Carmelo Ferragutti, Renzo Cervini, Mario Dabbene, Agnese Cengia Parola.

Tag:

Leggi anche:

  • Draghi Valle Olona: a settembre una nuova avventura per il Minibasket

    Partirà a Settembre una nuova avventura per il Minibasket grazie alla collaborazione tra Polisportiva Sportpiu, Scuola Basket Castellanza e A.S.D. Draghi Gorlazy di Gorla Maggiore: la Scuola Minibasket Draghi Valle Olona, il primo centro sovraterritoriale della zona! Il Progetto concretizza
  • Riqualificazione del campo da rugby di Giubiano, accordo firmato

    Questa mattina a Roma è stata firmata la convenzione tra il Coni e i 32 Enti locali che hanno presentato, e sono stati selezionati, nell’ambito del bando “Fondo Sport e Periferie”, dedicato alla riqualificazione degli impianti sportivi italiani. Tra i comuni presenti a Roma c’era anche
  • Un percorso mondiale per la 2° edizione della Gran Fondo Tre Valli Varesine

    La 2° edizione della Gran Fondo Tre Valli Varesine, in programma a Varese sabato 30 settembre (crono) e domenica 1° ottobre (gran e medio fondo) sarà una gara da non perdere. Entrata da quest’anno nel circuito UCI GRAN FONDO WORLD SERIES la Gran Fondo Tre Valli Varesine 2017 sarà una prova
  • Sanità: illustrato il modello di inclusione dell’Associazione Special Olympics

    Promuovere sempre di più lo sport come mezzo di inclusione sociale per i disabili intellettivi anche gravi e valutare anche la possibilità di individuare un riferimento regionale per la formazione di allenatori e istruttori dello sport unificato (l’attività motoria e sportiva fatta