Aiuto alimentare alle famiglie indigenti di Busto Arsizio

Parte il progetto dell’associazione ”La Luna” e della Parrocchia dei Frati Minori. Oltre 130 le famiglie aiutate

26 Ottobre 2015
Guarda anche: Busto Arsizio
Mensa poveri

L’idea di realizzare una collaborazione con la Parrocchia dei Frati Minori di Busto Arsizio è nata circa un anno fa.
Il Banco “La Luna” aveva l’esigenza di trovare una sede a Busto, adeguata per lo stoccaggio degli alimenti e la loro movimentazione; la risposta a questa necessità è arrivata grazie al Parroco della Parrocchia del Sacro Cuore, Padre Pasquale, che ha messo a disposizione, in comodato d’uso gratuito, un piccolo capannone in via Meucci 3 a Busto Arsizio, che da anni non era più utilizzato.

Proprio per questo il capannone aveva necessità di diversi interventi di riparazione e di adeguamento all’uso di deposito e conservazione di alimenti. Ciò è stato reso possibile grazie all’impresa Alfano, e ad altre realtà locali che hanno provveduto gratuitamente alla realizzazione dei lavori necessari.
Gli arredi e le attrezzature sono stati invece acquistati grazie al contributo della Fondazione del Varesotto, ottenuto attraverso la partecipazione ad un bando riservato a realtà di volontariato.

Nel capannone saranno quindi raccolti non solo gli alimenti destinati alle 70 famiglie assistite dalla Associazione “La Luna”, ma anche quelli provenienti dalla Parrocchia dei Frati Minori, che saranno utilizzati per le 60 famiglie assistite dalla Parrocchia stessa.
In totale quindi, attraverso questo progetto di collaborazione, saranno oltre 130 le famiglie, quasi totalmente residenti a Busto Arsizio, che potranno essere sostenute con un adeguato aiuto alimentare.

Il capannone sarà attrezzato ed organizzato in varie zone; stoccaggio a breve a lungo termine in relazione alla data di scadenza degli alimenti, zona di scarico degli alimenti in entrata, zona di carico dei pacchi già confezionati in uscita, zona di lavorazione per il confezionamento dei pacchi e infine una zona adibita ad ufficio, per la gestione automatizzata del magazzino e la preparazione delle bolle di carico di ogni famiglia assistita.

Tag:

Leggi anche:

  • Ai nuovi poveri serve 1 mld di cibo Made in Italy

    Acquistare un miliardo di euro di cibo 100% Made in Italy da destinare alle famiglie povere per far fronte a quella che è diventata una vera e propria emergenza sociale senza precedenti e, allo stesso tempo sostenere il lavoro e l’economia del sistema agroalimentare tricolore duramente colpito
  • Gallarate riapre tutti i mercati

    Da giovedì 7 maggio riapre il mercato rionale a Crenna in via Egeo dalle 7.30 alle 14. Si conferma l’apertura del mercato centrale il sabato dalle 7.30 alle 14. 30 con ingresso e uscita da via De Magri. Mentre da martedì 12 maggio apre l’agrimercato dalle 7.30 alle 14 nell’area
  • Coldiretti Fase 2: dal caffè al pollo asporto al rientro per 1 su 3

    Dall’immancabile caffè con il cornetto per colazione all’insalatona dimagrante per pranzo dopo un lungo periodo di inattività ma anche il pollo con le patate da riportare a casa per cena dopo la giornata di lavoro “salvano” il rientro al lavoro di più 1 italiano su 3 (37%) che acquista
  • Spese online, troppe richieste e il servizio va in tilt

    Le richieste sono aumentate notevolmente. E il servizio di spesa a domicilio di Esselunga fatica a far fronte a tutte. Tanto che le liste di attesa adesso arrivano a due settimane. “A causa delle richieste eccezionali di questi giorni, i tempi di attesa per la ricezione della tua prossima