Addio alla Scuola Bosina. L’istituto voluto dalla Lega Nord in liquidazione

L'istituto scolastico fondato quasi vent'anni fa va verso la liquidazione

10 marzo 2016
Guarda anche: Varese Città

 

Aveva chiuso i battenti nel 2014, a causa di problemi economici. Quello era stato l’inizio di una parabola discendente che arriva fino ad oggi: la Scuola Bosina, fondata nel 1998 da Manuela Marrone e Umberto Bossi, è stata messa in liquidazione. Il Ministero dello Sviluppo economico ha nominato come commissario liquidatore Ermanno Sgaravato.

“La scuola Bosina – si legge sul sito internet ancora attivo – è stata fondata nel 1998. Intitolata a Giuseppe Talamoni, (pittore, attore, commediografo, scenografo, poeta e ideatore della maschera varesina Pin Girometta, oltre che fondatore del gruppo folcloristico bosino), la Scuola Bosina nasce con la Scuola Primaria, come Associazione culturale per l’educazione e l’istruzione dei giovani.

La sede originaria è a Calcinate del Pesce, in Via Maggiora n°38. Nell’anno 1999 – 2000 viene costituita la Scuola dell’Infanzia. Il successo dell’attività educativa proposta ed il conseguente aumento delle iscrizioni, rendono ben presto necessaria la ricerca di una sede più adatta ad accogliere una unità educativa in via di sviluppo. Viene identificata come sede ottimale la struttura situata a Varese,

in Via Stadio n°38. Dal 13 settembre 2004 tutte le attività della Scuola Bosina si svolgono presso il nuovo centro. La Scuola è strutturata in linea verticale e comprende tre sezioni di Scuola dell’Infanzia, una sezione completa di Scuola Primaria e, a partire dall’anno scolastico 2004 – ‘05, una sezione di Scuola Secondaria I°, che attualmente comprende una prima, una seconda ed una terza classe. La Scuola Primaria risulta paritaria dal 2001, la Scuola dell’Infanzia è paritaria dal 2005 e la Scuola Secondaria è paritaria dal 2006″.

Tag:

Leggi anche: