24 luglio 1923: la Juventus si apre all’era di casa Agnelli

Edoardo Agnelli diventa il presidente del Juventus Football Club e per i tifosi bianconeri si apre una nuova parentesi nella storia calcistica

24 luglio 2017
Guarda anche: Sport

Fu fondata nel 1897 a Torino da un semplice gruppo di studenti liceali locali, appassionati di calcio, che pensarono a questa società come un semplice polisportiva. La squadra composta allora da un gruppo di ragazzi del liceo classico della città fece strada arrivando al suo primo campionato nazionale solamente tre anni dopo.

Nemmeno la prima guerra mondiale riuscì a spegnere l’entusiasmo e la forza di questa squadra, tanto che grazie a calciatori come Giuseppe Hess e Corrado Corradini, la società arrivo presto nelle mani della famiglia Agnelli: era il 24 luglio 1923 quando Edoardo Agnelli fu elettro nuovo presidente.

La società, ancora oggi nella mani della famiglia Agnelli, conta ben 23 presidenti in 110 anni di storia, con ultimo Andrea Agnelli in carica dal 2010.

La storia dei colori – Agli inizi la divisa della Juventus, quando era ancora una squadra nata “tra i banchi di scuola” era composta da una camicia rosa e pantaloni neri.  In seguito a causa dei frequenti lavaggi il rosa scolorì in maniera talmente evidente che il club ne decise il cambio. Da allora i colori divennero bianco e nero. “Nel 1903 fu così chiesto all’inglese Savage (tra i membri della società) di cercare nel suo Paese un kit da gioco più consono e resistente all’usura. Savage aveva un amico di Nottingham tifoso del Notts County, la cui maglia è a strisce bianconere: per tale ragione fu spedito a Torino un set di uniformi analogo a quello usato dai Magpies.

Tag:

Leggi anche:

  • Addio all’ex ct Azeglio Vicini

    Originario di San Vittore di Cesena, ma Bresciano d’adozione, Azeglio Vicini è scomparso oggi a 84 anni: viene ricordato da tutti come il ct delle “notti magiche”  e del terzo posto ai mondiale di Italia ’90. E’ stato il tecnico degli azzurri ai Mondiali di Italia 90 ed è
  • Legambiente, allarme rosso per le città “i cittadini respirano smog”

    Bollino rosso per Torino, Cremona e Alessandria, ma nella lista delle città la cui area è diventata irrespirabile c’è anche Milano. Legambiente interviene sul caso “Aria sempre più irrespirabile, ed emergenza smog ormai cronica” in Italia nel 2017; nell’anno appena passato sono
  • Storie del scendere e salire in funicolare

    Ogni pomeriggio dalle 14:00 alle 17:00, da e verso il Sacro Monte, i percorsi con la Funicolare di Varese saranno speciali. A rendere magica l’atmosfera di questi ultimi giorni di festa, a bordo di uno dei mezzi di trasporto storici della nostra provincia, ci saranno Chicco e Betty
  • Si chiude con tremila visitatori la mostra sulla storia di Antenna 3

    Si è chiusa ieri a Palazzo Pirelli la mostra “Ti ricordi quella sera?” dedicata alla storia di Antenna 3, dei suoi fondatori e quindi alla nascita di un nuovo modo di fare televisione con forti connotati locali ma echi e conseguenze sul piano nazionale. Da record il bilancio delle visite per