Young & Road: il Giro d’Italia della sicurezza stradale a Varese

All'evento, che si è svolto in piazza Repubblica lunedì 18 gennaio, hanno partecipato oltre 200 studenti

18 gennaio 2016
Guarda anche: Varese
inviato alla stampa 180116

 

Si è svolto oggi , lunedì 18 gennaio 2016 dalle ore 10.00 alle ore 13:00, in Piazza Repubblica, alla presenza delle autorità locali in particolare il Prefetto, il Questore, il Sindaco, del Provveditore agli Studi, del Presidente ACI Varese, del Direttore ACI-PRA, del Direttore Motorizzazione, del Dirigente della Sezione di Polizia Stradale di Varese, una tappa del progetto “Young & Road” a cui hanno partecipato oltre 200 studenti di due Istituti Superiori di Varese.

Il Progetto “Young & Road” finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, è stato approvato nell’ambito del Bando di concorso per la sicurezza stradale.

L’obiettivo è stato contribuire alla trasformazione dei comportamenti errati che costituiscono la prima causa d’incidente stradale, implementare la percezione del rischio e la consapevolezza delle norme. Questo al fine di ridurre il numero degli incidenti stradali (oltre 181000 nel 2013), dei feriti (quasi 260.000 nel 2013), dei feriti gravi e dei morti (oltre 3000 nel 2013) e per trasformare l’insicurezza stradale, che è anche attuale emergenza sociale, in sicurezza e opportunità di conoscenza, condivisione delle norme, libertà responsabile e rispetto di se stessi e degli altri.

Questa mattina in Piazza Repubblica, su un TIR che si trasforma in un palco attrezzato sono stati montati un simulatore di ribaltamento auto, un simulatore d’impatto, un maxischermo, una regia audio e video, un gruppo elettrogeno da 25 kw e 6 telecamere che riprendono il comportamento dei formati durante lo svolgimento degli esercizi (simulatore di auto e di ribaltamento).

Grazie ad una presentazione multimediale condita con musiche, filmati di crash test e semplici spiegazioni, e la partecipazione attiva attraverso prove pratiche e simulazioni degli studenti intervenuti, sono stati comunicati in modo diretto e facilmente comprensibile, concetti complessi quali l’incremento quadratico delle forze fisiche agenti su un corpo in movimento, il funzionamento di airbag e pretensionatori, l’importanza dei seggiolini per i bambini e di quanto sia importante per l’incolumità di chi è alla guida, che il passeggero seduto dietro usi i sistemi di ritenuta.

Considerato l’esito positivo dell’evento svoltosi, per afflusso e coinvolgimento degli studenti presenti, l’intento delle Autorità Locali è quello di poter in futuro riproporre progetti di questo genere sul territorio di Varese.

inviata stampa 180116

Tag:

Leggi anche:

  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad
  • Varese weekend nero: finale playoff persa e dimissioni del presidente

    Il Varese chiude la stagione senza festa e senza sorrisi. L’ultima partita dell’anno, ovvero la finale playoff di Serie D, finisce con la vittoria del Gozzano che passa al “Franco Ossola” 2-0 grazie ai gol di Gulin e Segato. Buon primo tempo per i biancorossi, ma ripresa da dimenticare