Villa Mylius: firmato l’accordo di programma per l’Accademia del gusto

Marchesi, Fontana e Maroni ufficializzano il via al progetto

22 dicembre 2015
Guarda anche: PoliticaVarese
foto

foto

L’Accademia del gusto e delle arti sorgerà a Varese. E’ stato firmato questa mattina in Comune l’Accordo di programma finalizzato alla riqualificazione di Villa Mylius dal presidente di Regione Lombardia, Roberto Maroni, dal sindaco Attilio Fontana e dal presidente della Fondazione Marchesi, Gualtiero Marchesi. Il progetto esecutivo sarà pronto entro marzo, «da luglio, o da prima, i lavori» ha precisato il sindaco Fontana.

«E’ un giorno importante – ha detto il sindaco -: procediamo alla sottoscrizione dell’Accordo di programma per la ristrutturazione di Villa Mylius e la realizzazione della nuova Accademia con la Fondazione del maestro Gualtiero Marchesi. E’ un tassello importante innanzitutto per la nostra città: andiamo a recuperare un gioiello, Villa Mylius, che semiabbandonata rischiava di deteriorarsi. Ma è un gioiello, quello che andremo a realizzare, per il valore che la nuova accademia riuscirà ad apportare. Ci sarà una scuola di alta cucina, del gusto, con la valorizzazione del cibo italiano, punto fondamentale dell’economia del nostro paese. Ci saranno altre attività culturali che andranno a integrare l’attività dell’accademia. E potrà così diventare un punto di riferimento per la città, per l’intera regione. Ringrazio il presidente Maroni: senza il contributo della Regione non avremmo potuto realizzare il progetto, e non posso che ringraziare il maestro Marchesi perché la sua presenza, la sua partecipazione all’accordo di programma riesce a dare quella qualità che rivaluta il progetto».
«Questa è un’altra eccellenza varesina e lombarda – ha spiegato il presidente Maroni -. Regione ha fatto uno sforzo ulteriore rispetto all’impegno iniziale dal punto di vista finanziario perché serviva aggiungere fondi, diamo 3 milioni e 200 mila euro. La ristrutturazione si può fare, l’Accademia del gusto e delle arti, non è solo la scuola di alta cucina. Il che dice tutto, e abbiamo un maestro indiscusso, il numero uno, in cucina e non solo, Gualtiero Marchesi che ci onora della sua collaborazione. In tempi rapidi, si può iniziare con i lavori prima dell’estate».
Il maestro Marchesi ha sottolineato la doppia valenza della scuola, di alta cucina «ma anche di arte e musica, essendo la mia una famiglia di musicisti». «Sono contento – ha aggiunto – che si realizzi la scuola in cui la cucina è anche arte: proprio a marzo usciranno due nuovi libri con i miei piatti storici»
L’Adp
Finalità dell’AdP è la valorizzazione di Villa Mylius, storico edificio del settecento, in Varese, donato all’Amministrazione comunale dalla famiglia Babini Cattaneo per la creazione dell’Accademia del Gusto e delle arti, per creare un Polo di eccellenza culturale e contribuire a rinforzare l’attrattività del territorio lombardo con benefici rilevanti in termini economici, sociali e culturali. La proposta di riqualificazione e valorizzazione della Villa Mylius, prevede in particolare: l’adeguamento edilizio del fabbricato; un progetto culturale, artistico e formativo, gestito dalla Fondazione Gualtiero Marchesi, con percorsi formativi a carattere sia didattico, per introdurre i bambini al mondo della cucina; sia percorsi di alta formazione con l’organizzazione di corsi internazionali di alta cucina. I lavori di ristrutturazione sono inseriti nel progetto preliminare approvato dalla giunta, articolato in due lotti funzionali di cui si prevede la contestuale realizzazione. Il progetto prevede, di massima, i seguenti interventi: consolidamento strutturale di solai e murature; adeguamento funzionale degli spazi interni mediante inserimento di nuovi vani scale e ascensori/monta carichi e formazione di vani tecnologici; risanamento o rifacimento di intonaci interni ed esterni ammalorati e formazione di nuova zoccolatura esterna in pietra; rinnovo del manto di copertura e della orditura primaria del tetto, nonché sistemazione di canali e pluviali ; risanamento conservativo di pavimenti in legno, pavimenti in seminato alla “veneziana”, soffitti a cassettoni, scale e parapetti in legno, decorazioni pittoriche e a stucco, serramenti interni ed esterni, arredi fissi; sostituzione di infissi esterni ed esterni, qualora non recuperabili, e fornitura di nuove porte interne per bagni, vani tecnici e vani scala, queste ultime di tipo taglia fuoco; realizzazione di nuovi bagni, anche per disabili, completi di tutti gli impianti; nuova formazione di impianto elettrico, impianto trasmissione dati, impianto telefonico, impianto di rilevazione incendi, impianto antintrusione, impianto idrico sanitario, impianti di riscaldamento e di climatizzazione, impianto di raccolta delle acque reflue; nuovo allacciamento alla fognatura comunale e alle reti gas, idrica elettrica e telefonica; fornitura di attrezzature, arredi fissi e mobili necessari alle attività da insediare. Gli interventi di ristrutturazione saranno effettuati dal Comune di Varese che assumerà il ruolo di stazione appaltante.
Piano dei costi
Il costo complessivo degli interventi di ristrutturazione è pari a € 6.450.600,00 la cui copertura è garantita da Regione Lombardia, per un importo massimo di € 3.225.000 e comunque non oltre il 50% dei costi sostenuti; Comune di Varese per € 1.725.600; Fondazione Cariplo per € 1.000.000; Fondazione Gualtiero Marchesi per € 500.000

Tag:

Leggi anche:

  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti
  • Simone Miele vincitore della Coppa Italia Rally 2016

    rally-simone-miele Simone Miele e Roberto Mometti sono i vincitori della Coppa Italia Rally 2016, serie nazionale reintrodotta da Aci Sport per questa stagione. A bordo della Ford Fiesta World Rally Car, i due varesini – Simone è di Olgiate Olona mentre Roberto di Luino- hanno messo le mani sul titolo di Zona1 già