Via l’amianto da Varese. Il Comune “offrirà” prezzi vantaggiosi ai privati

L'amministrazione stipulerà, secondo la normativa regionale, una convenzione con un'azienda per offrire prezzi bassi per lo smaltimento di amianto

26 agosto 2015
Guarda anche: Varese
Amiantosaronno

Prezzi bassi per sostenere lo smaltimento dell’amianto nelle proprietà private. E’ questo il progetto dell’assessorato all’Ambiente, che, seguendo la normativa regionale che prevede la possibilità che i Comuni sostengano questi incentivi, individuerà almeno un’azienda con la quale stipulare una convenzione, in modo tale che quest’ultima offra condizioni vantaggiose ai privati che devono smaltire quantitativi di amianto dalla loro proprietà. 

“L’Amministrazione Comunale di Varese ha da tempo avviato una campagna di sensibilizzazione rivolta ai cittadini per incentivare e facilitare l’attività di bonifica di materiale contenente amianto, nel rispetto assoluto della vigente normativa, per adempiere alle proprie competenze in materia di sicurezza e igiene pubblica e di tutela ambientale – spiega l’assessore all’Ambiente Riccardo Santinon – evitando smaltimenti illeciti di materiali pericolosi. Tuttavia le difficoltà di ordine tecnico, amministrativo, ed economico per la rimozione dei materiali contenenti amianto costituiscono un disincentivo allo smaltimento e, di conseguenza, favoriscono indirettamente l’abbandono dei materiali in parola sul territorio comunale, causando un grave danno ambientale e sanitario”.

La Regione Lombardia, nel corso di quest’anno, ha approvato, i nuovi criteri per l’attivazione di servizi mirati a facilitare i privati a rimuovere l’amianto in matrice compatta.

I Comuni hanno quindi a disposizione dei modelli di documenti di gara per l’affidamento del servizio e una “convenzione tipo” al fine di facilitare le amministrazioni nelle procedure per la scelta delle aziende cui affidare il servizio da offrire ai cittadini. 

Il Comune procederà quindi “all’individuazione di un’impresa specializzata alla quale possano poi rivolgersi direttamente i cittadini, con oneri a proprio carico, prendendo a riferimento i modelli predisposti da Regione Lombardia (“avviso di manifestazione di interesse per l’attivazione di servizi per la rimozione e lo smaltimento dell’amianto in matrice compatta proveniente da utenze domestiche” e “schema di convenzione”)”.

Tag:

Leggi anche:

  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad
  • Varese weekend nero: finale playoff persa e dimissioni del presidente

    Il Varese chiude la stagione senza festa e senza sorrisi. L’ultima partita dell’anno, ovvero la finale playoff di Serie D, finisce con la vittoria del Gozzano che passa al “Franco Ossola” 2-0 grazie ai gol di Gulin e Segato. Buon primo tempo per i biancorossi, ma ripresa da dimenticare