Via Giordani più moderna e sicura. Al via la fase due

Chiuso alle auto il tratto di strada interessato dai lavori per la posa del nuovo ponte a due corsie con marciapiedi. Strada percorribile a piedi

17 Gennaio 2020
Guarda anche: Varese Città

E’ iniziata questa mattina la fase più importante dei lavori in via Giordani con la sostituzione del vecchio ponticello con quello nuovo a due sensi di marcia dotato di marciapiedi. Come annunciato verso le 12 di oggi è stato chiuso al traffico veicolare il tratto di strada interessato dai lavori. Il resto di via Giordani continuerà a essere sempre transitabile ma di fatto la strada è stata divisa in due. Al termine dell’intervento, previsto indicativamente prima dell’estate, la strada sarà più accessibile e sicura, senza pericolose strettoie e rallentamenti. Via Giordani avrà dunque un nuovo ponte moderno e più largo, al posto di quello che oggi è un ponticello che di fatto taglia in due la città perché consente il passaggio solo di un veicolo alla volta. Inoltre, grazie ai lavori, verrà aumentata anche la sicurezza della strada grazie a nuovi marciapiedi, attraversamenti protetti e dissuasori della velocità che verranno realizzati in corrispondenza del nuovo ponte. Il costo dell’intervento è di circa un milione di euro.

In questi mesi gli uffici comunali, in sinergia con Ferrovie Nord Milano e agli addetti del trasporto pubblico, hanno lavorato per predisporre tutte le alternative per cittadini, residenti, studenti e utenti del trasporto. A partire da oggi dunque è operativo il piano straordinario messo a punto che resterà attivo per tutta la durata dell’intervento che, secondo le previsioni, dovrebbe durare circa 5 mesi. Un periodo di tempo che potrebbe anche ridursi in base alla velocità di realizzazione dei lavori. Nelle scorse settimane sono stati installati anche i cartelli di avviso lungo le arterie principali che si intersecano con la via Giordani. In questo modo gli automobilisti sono informati del cantiere presente sulla strada e potranno individuare tempestivamente l’alternativa migliore da percorrere.

COSA CAMBIA:

Per tutta la durata della chiusura sarà sempre possibile percorrere questo tratto di strada a piedi, in un primo momento attraverso un percorso protetto poi sulla passerella pedonale. Si ricorda che gli esercizi commerciali e le attività presenti su via Giordani saranno sempre raggiungibili. Il resto della strada non interessata dai lavori, a valle e a monte del ponticello, sarà sempre percorribile in auto e a piedi.

Per gli automobilisti che dalla Sp1 del lago dovranno recarsi in centro a Varese si consigliano i tanti percorsi alternativi come la salita di Bobbiate o via Corridoni (Ronchi) o da Calcinate del Pesce/Morosolo. Per chi invece dal centro deve scendere verso il lago si potranno percorrere le altre strade che scendono verso la Schiranna.

Gli altri programmi speciali attivati riguardano il tras

Tag:

Leggi anche:

  • Varese alla BIT: presentato un 2020 ricco di iniziative sul versante del turismo active and green

    È la vetrina più importante di un settore turistico le cui ricadute incidono in misura sempre più significativa anche sull’economia varesina: «Tocchiamo ormai il milione e 400mila arrivi e abbiamo circa 2 milioni e 200 mila pernottamenti annui. Una presenza qualificata alla Bit-Borsa
  • Inclusione e benessere sociale: finanziati 6 progetti in Provincia di Varese

    Inclusione e benessere sociale sono le parole chiave dei sei progetti finanziati da Fondazione Comunitaria del Varesotto con risorse pari a 160.000 euro, per l’attuazione di azioni mirate nelle piccole comunità locali della Provincia di Varese, nell’ambito delle erogazioni territoriali
  • Regione Lombardia istituisce la giornata regionale per le montagne

    Il Consiglio Regionale della Lombardia ha approvato all’unanimità nella giornata odierna il progetto di legge che istituisce la giornata regionale per le montagne. Esprime soddisfazione la Vicepresidente del Consiglio Francesca Brianza tra i promotori del provvedimento. “Una bella giornata
  • Aspem Reti, concorso per un impiegato amministrativo

    Impiegato amministrativo cercasi. Aspem Reti ha indetto un concorso pubblico per l’assunzione di una nuova figura professionale da inserire nell’organico dell’azienda. Il bando, il cui testo completo si può consultare online sul sito del Comune di Varese, resterà aperto fino alle ore