Varesotto: un martedì di passione per gli utenti Tim

Numerosi disagi hanno colpito gli utenti della compagnia telefonica in provincia di Varese per tutta la giornata di ieri

27 aprile 2016
Guarda anche: Varese
smartphone

Non pochi disagi si sono registrati, nella giornata di martedì e in particolare nel pomeriggio, per gli utenti Tim.

Un’ampia zona della Lombardia occidentale, con epicentro nel Varesotto, ha infatti subito una serie di problematiche dovute alla mancanza di ricezione del segnale: chiamate in entrata e in uscita, sms e ovviamente servizi via internet sono risultati lungamente inagibili. Solo in serata le difficoltà si sono via via risolte.

Tag:

Leggi anche:

  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad
  • Varese weekend nero: finale playoff persa e dimissioni del presidente

    Il Varese chiude la stagione senza festa e senza sorrisi. L’ultima partita dell’anno, ovvero la finale playoff di Serie D, finisce con la vittoria del Gozzano che passa al “Franco Ossola” 2-0 grazie ai gol di Gulin e Segato. Buon primo tempo per i biancorossi, ma ripresa da dimenticare