Varese, Wine Festival 2015. Dai grandi Rossi italiani allo Champagne

Sabato 6 e domenica 7 giugno al Palace Grand Hotel dalle 11.00 alle 19.00 la seconda edizione

02 giugno 2015
Guarda anche: Varese

Torna per il secondo anno la rassegna vinicola varesina, che fa il pieno di adesioni, con ottanta prestigiose aziende partecipanti.


L’idea di portare il Wine Festival a Varese è di due professionisti del settore, che da tempo avrebbero voluto organizzare nella propria città un appuntamento dedicato al vino e alle realtà più rappresentative del panorama enoico italiano. Si tratta di Valerio Bergamini, ex Delegato AIS Varese, e di Luca
Savastano, consulente di marketing e comunicazione e fondatore di Winemobile.it (la prima applicazione che permette la localizzazione del consumo di vino al bicchiere).

La loro idea è stata talmente apprezzata, che ha raggiunto in poco tempo il più ambizioso target di adesioni, riconfermando e migliorando il numero di Aziende partecipanti all’edizione 2015.

Per quest’anno la manifestazione si svolgerà su due giornate. Il 6 ed il 7 giugno 2015; dove la giornata di sabato sarà dedicata a due degustazioni, solo su prenotazione, che riguarderanno i Grandi Rossi Italiani e lo Champagne. Mentre il banco di degustazione a pagamento, sarà aperto a tutti e si svolgerà nell’arco di una giornata, l’7 giugno p.v., e presenterà 80 aziende vinicole.

Un tour dell’Italia attraverso i territori più vocati della viticoltura, con oltre 200 vini in degustazione. Per scelta, non ci saranno solo case affermate, ma anche realtà emergenti, unite tra loro essenzialmente da due costanti: l’attenzione alla qualità e la valorizzazione del proprio territorio.
Accoglienza ai massimi livelli e una location prestigiosa, saranno il biglietto di benvenuto di questo appuntamento, organizzato in un luogo dalla valenza storica e culturale. La location è, infatti, il Palace Grand Hotel Varese, progettato da Giuseppe Sommaruga agli inizi del ‘900, è uno dei migliori esempi
di Liberty lombardo, una dimora che ha saputo rinnovarsi preservando il suo fascino senza tempo.

Inoltre, per rendere ancora più coinvolgente il VWF, è in programma una giornata dedicata alle degustazioni guidate dal Master of Wine Severino Barzan presente in entrambe le giornate del 6 e 7 Giugno. Icona dell’Enologia Nazionale, insignito negli anni dei più prestigiosi premi nel mondo del vino, ancora oggi è Presidente della Giuria del Concorso Internazionale di World Method Traditionelle e
molto altro.

Roberto Valbuzzi, già presente lo scorsa edizione si ripeterà anche quest’anno con uno show cooking legato ai prodotti del territorio varesino.

Alessandro Ali, rinomato Enologo di caratura nazionale, Docente di corsi di Sommellerie e Critico Enogastronomico .

Per maggiori informazioni: ufficio.stampa@varesewinefestival.it

Leggi anche:

  • 24 luglio 1923: la Juventus si apre all’era di casa Agnelli

    Fu fondata nel 1897 a Torino da un semplice gruppo di studenti liceali locali, appassionati di calcio, che pensarono a questa società come un semplice polisportiva. La squadra composta allora da un gruppo di ragazzi del liceo classico della città fece strada arrivando al suo primo campionato
  • Arcieri di Varese, per i 40 anni una festa sociale a Calcinate degli Orrigoni

    Era il 19 luglio del 1977 quando la società, affiliata alla Federazione Italiana Tiro Con l’Arco, apriva per la prima volta le porte ai giovani. La compagnia Arcieri di Varese, festeggia il suo 40esimo anno di età, 40esimo anno di promozione sportiva e sociale nel territorio, 40esimo anno di
  • Calcio Tim Cup – Il Varese pesca il Pisa

    La stagione del Varese parte dalla Toscana e parte da Pisa: saranno loro gli avversari dei biancorossi nel primo impegno ufficiale della stagione Domenica 30 luglio gli uomini di mister Iacolino se la vedranno con gli uomini di Carmine Gautieri ex tecnico proprio dei biancorossi. La sfida di Tim
  • Gite in Lombardia presenta “Al Poncione di Ganna”

    Gite in Lombardia organizza per il 14 agosto una giornata in mezzo alla natura, con metà il Monte Poncione di Ganna, una montagna delle Prealpi Varesine alta 993m slm. “Un sentiero all’ombra di antichi alberi, un’idea per scappare dalla calura delle nostre città certo, ma non solo.