Varese: weekend di grandi numeri per i musei civici

L'iniziativa del liceo classico a Villa Mirabello ottiene successo

23 maggio 2016
Guarda anche: Culture e SpettacoloVarese
mirabello
Le iniziative che si sono svolte nelle sedi dei Musei Civici di Varese durante questo ultimo fine settimana sono state un successo di pubblico e non solo. Quasi trecento persone hanno assistito allo Spettacolo del Risorgimento a Villa Mirabello raccontato dai ragazzi del Liceo Ernesto Cairoli. “Un vero successo di pubblico, per un’iniziativa che ha portato a Villa Mirabello tanti visitatori. Grazie ancora al nostro liceo classico per la grande collaborazione” ha detto soddisfatto l’assessore alla Cultura Simone Longhini.

Secondo uno degli studenti, Stefano: “Parlare davanti a quasi 300 persone è un’esperienza che ha arricchito tutti noi. Abbiamo potuto raccogliere in questa giornata i frutti del nostro lavoro svolto in più di tre mesi. Siamo tutti molto entusiasti per questa domenica 22 maggio che ricorderemo con molto affetto”, mentre il giovane Matteo è “orgoglioso di aver partecipato a questo progetto e di aver illustrato personaggi storici importanti, eppure poco noti. Sono anche molto sorpreso di vedere un numero così alto numero di persone attente al nostro progetto”; lo stesso pensa Francesco, secondo cui ” è stata un esperienza stravolgente che ci ha cambiato il modo di vedere la storia insegnandoci a viverla e non solo a studiarla”.
Grande soddisfazione anche per Annalisa, mamma e rappresentante dei genitori nel consiglio di classe: “ottimo il risultato dell’alternanza scuola lavoro, i ragazzi estremamente preparati e sciolti ci hanno regalato un emozionante salto nel passato e nella storia della nostra città; l’animazione del quadro è stata emozionante soprattutto per chi l’ha vista per la prima volta”.
Nel pomeriggio Villa Mirabello ha ospitato una visita guidata alla raccolta archeologica curata dalla conservatrice del Museo, che ha intrattenuto il pubblico con l’appassionante racconto della Preistoria nel nostro territorio, proprio ieri infine si è chiusa la mostra Piante Guerriere, visitata da quasi 7000 persone.
Gli studenti di Varese al centro anche di “Una gita sul lago”, concorso letterario voluto da Rotary Varese Verbano e Inner Whell Varese e Verbano, in cui sono stati premiati giovanissimi scrittori varesini che si sono cimentati in un racconto breve sul tema lacustre, la manifestazione, cui hanno partecipato oltre 100 persone, è stata introdotta dal professor Giuseppe Armocida ed è stata impreziosita dalla toccante lettura che l’attore e regista Andrea Chiodi ha fatto del racconto vincitore, composto dalla brava Lucrezia Sperolini del Liceo Cairoli di Varese.

Tag:

Leggi anche:

  • La SC Binda riparte ancora più forte

    Ieri sera presso la sede di Sant’Ambrogio della Società Ciclistica Alfredo Binda si è tenuta un’importante riunione dei soci. All’ordine del giorno, oltre le consuete procedure amministrative di approvazione di bilancio di esercizio della scorsa stagione e presentazione del
  • 16° Giornata Nazionale del Sollievo in Hospice tra sport e musica

    In occasione della sedicesima Giornata Nazionale del Sollievo l’Associazione Accanto onlus – Amici dell’Hospice S. Martino – in collaborazione con l’Hospice San Martino, il Gruppo Paxme (Gruppo Paritetico di Cooperative Sociali) e la Cooperativa Sociale Arca, organizza un
  • Hayden non ce l’ha fatta, il pilota è deceduto nel pomeriggio

    E’ di pochi minuti fa la notizia della morte di Nicky Hayden, il pilota 36enne di superbike rimasto vittima di un incidente in bici qualche giorno fa a Misano Adriatico. Apparso subito in condizioni disperate, con danni cerebrali al cervello e ai polmoni, lo statunitense ha lottato fino ad
  • Varese weekend nero: finale playoff persa e dimissioni del presidente

    Il Varese chiude la stagione senza festa e senza sorrisi. L’ultima partita dell’anno, ovvero la finale playoff di Serie D, finisce con la vittoria del Gozzano che passa al “Franco Ossola” 2-0 grazie ai gol di Gulin e Segato. Buon primo tempo per i biancorossi, ma ripresa da dimenticare