Varese, un omaggio a Floriano Bodini

L'inaugurazione si terrà in Sala Veratti sabato 6 giugno alle 17.30

04 giugno 2015
Guarda anche: Varese Città

L’esposizione monografica dedicata al grande artista a dieci anni dalla sua scomparsa è stata curata dall‘associazione Varese Può. La mostra sarà visitabile da sabato 6 giugno fino a domenica 6 settembre.

Simone Longhini, Assessore alla Cultura del Comune di Varese: «Bodini è indubbiamente uno tra gli intellettuali che durante gli ultimi decenni del secolo scorso hanno saputo dare un contributo concreto alla vita culturale cittadina».

La storia di Bodini – uno tra i massimi esponenti dell’arte italiana contemporanea, da sempre legato al Varesotto – s’intreccia con la vita di Varese Può, associazione di spicco nel panorama culturale varesino.

Chiara Del Nero, presidente di Varese Può: «Ci è subito parso che, a dieci anni dalla scomparsa dell’artista, non si potesse fare niente di più bello che ricordarlo con una mostra di alcune sue opere in una sede prestigiosa come la Sala Veratti. La stima e l’apprezzamento per il grande valore artistico del Maestro hanno fatto da guida all’Associazione nella preparazione di un evento davvero significativo per la città di Varese, che può così inserire questa ‘presenza’ nel circuito culturale e turistico proposto per i mesi dell’EXPO».

La mostra presenta al pubblico una selezione di opere grafiche realizzate da Floriano Bodini nel trentennio che va dagli inizi della sua carriera negli anni  Cinquanta sino agli anni Ottanta, epoca in cui inizia una nuovo percorso artistico con importanti committenze di monumenti e opere pubbliche.

La sua opera infatti è servita anche per celebrare eventi del territorio varesino con importanti realizzazioni tra cui si ricordano l’Altare maggiore nel Duomo di Varese, i monumenti a Paolo VI al Sacro Monte e il monumento a Sant’Agostino a Casciago.

Il Card. Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura: «Conosco e apprezzo l’opera del Maestro per il quale l’incisione non risulta una tecnica sussidiaria alla scultura, ma è sempre stata un “luogo” in cui esprimere i propri slanci e le proprie tensioni».

La mostra, organizzata con la collaborazione del Comune di Varese, Assessorato alla Cultura e sotto i patrocini di Fondazione Cariplo, Presidenza del Consiglio Regionale della Lombardia, Pontificio Consiglio della Cultura, Associazione Amici del Museo Bodini, Provincia di Varese e Camera di Commercio di Varese, resterà aperta sino al 6 settembre 2015, corredata inoltre da attività culturali a tema.

Per informazioni: www.mostrabodini.it.

 

Leggi anche:

  • A cavallo tra le rocce lunari, e su astronavi fai da te

    Quante ne sono state dette sulla terra e sulla luna, sabato 18 ottobre a Busto Arsizio se ne vedranno delle belle sull’argomento. Appuntamento dalle 10 alle 16 al maneggio La Bastide in via Samarate, 150. Si farà una gimkana a cavallo tra modelli di rocce lunari, si costruirà un’astronave
  • Conferimento Ufficiale del Titolo Comune Europeo dello Sport 2019 alla Città di Sesto Calende

    Un lunedì pieno di emozioni ed entusiasmo è stato lo scorso 30 ottobre presso la sala d’onore del CONI a Roma per Simone PINTORI (Consigliere Comunale Delegato allo Sport) Danila DE CANDIDO (Consigliere Comunale Delegato ai Bandi) Andrea SCANDOLA (Rappresentante della Pro Sesto) Daniele
  • Cinque mastini della Pallanuoto Banco BPM Sport Management convocati in Nazionale

    Saranno ben cinque gli atleti della Pallanuoto Banco BPM Sport Management che dal 29 ottobre all’1 novembre 2017 si ritroveranno al Centro Federale di Ostia per il raduno collegiale della Nazionale Italiana. Il Commissario Tecnico Alessandro Campagna radunerà gli azzurri per quattro giorni di
  • Definiti gli accoppiamenti dei quarti di finale di Len Euro Cup

    Sorteggiati oggi gli accoppiamenti dei quarti di finale di Len Euro Cup, con la Pallanuoto Banco BPM Sport Management che ha conosciuto il nome della sua avversaria: la Stella Rossa Belgrado. La formazione guidata da mister Marco Baldineti dunque sfiderà la compagine serba (vincitrice