Varese, trovata morta la contessa Cotti Pullè. Si sarebbe suicidata

22 marzo 2015
Guarda anche: AperturaVarese Città
Poliziafoto

Una fine tragica per una figura importante nel panorama culturale varesino. La contessa Maria Luisa Cotti Pullè è stata trovata morta domenica mattina, verso le 11, nella sua abitazione, una villa in via Sanvito. La contessa si sarebbe tolta la vita con un cavo elettrico nero. Il suo corpo è stato trovato nel sottotetto e il decesso risalirebbe alla notte tra venerdì e sabato

La donna aveva il cavo attorno al collo, l’altra estremità era legata ad una trave. La nobildonna aveva 75 anni. Avrebbe scritto le motivazioni del suo gesto in un biglietto, sequestrato dalla Polizia.

A dare l’allarme è stato un tassista, che ogni giorno recapitava i giornali a casa della donna. E che domenica ha notato come i quotidiani del giorno prima fossero ancora davanti alla porta.

Sul caso sta indagando la Digos. La contessa aveva dato vita alla Fondazione Labus Pullè, negli anni scorsi. L’ente era stato anche presieduto da Pierpaolo Cassarà, attuale presidente del Varese Calcio.

 

Tag:

Leggi anche:

  • Domenica 21 gennaio si celebra San Sebastiano, patrono della Polizia locale

      Sicurezza: Una delle principali attività che ha visto impegnate le forze della Polizia locale è in materia di sicurezza urbana: 10 i servizi svolti per le verifiche del rispetto del decreto Minniti con 28 Daspo emessi e 35 violazioni amministrative contestate. Presidio del
  • Carcere di Busto Arsizio: feriti due agenti della sicurezza

    La cronaca odierna ci porta a conoscenza del ferimento di due Agenti di Polizia all’interno della Casa Circondariale Bustese a seguito di un’aggressione da parte di un detenuto, più volte protagonista di simili gesti. Risulta infatti che nella mattinata odierna i due Agenti, P.C. ed A.G. siano
  • Traffico illecito di uccelli selvatici a Sesto Calende

    La Polizia ittico venatoria della Provincia di Varese nei gironi scorsi ha effettuato due operazioni di controllo che hanno portato alla scoperta di un traffico illecito di uccelli selvatici protetti e di un allevamento abusivo di cinghiali. La prima operazione è avvenuta dopo un appostamento
  • Varese Laghi, denunciato un bracconiere

    Durante un apposito servizio antibracconaggio svolto dalla Polizia ittico venatoria della Provincia di Varese svolto 1° di novembre nella zona intorno ai laghi di Monate e Comabbio, una pattuglia di agenti ha fermato un bracconiere a caccia di uccelli migratori sprovvisto della licenza di porto di