Varese: musica di fine estate con la banda di Capolago

Domenica sera ai Giardini l'appuntamento con un pensiero ai terremotati

02 settembre 2016
Guarda anche: Culture e SpettacoloVarese
bandacapolago

La banda Giuseppe Verdi di Capolago suonerà domenica 4 settembre alle ore 21. Ci sarà anche una raccolta fondi per i terremotati.

 

La pioggia costrinse i musicanti della Verdi a sospendere il Concerto D’Estate dello scorso 26 giugno. Ora il corpo musicale varesino ci riprova. L’evento, organizzato dalla banda con la collaborazione del Comune di Varese, si svolge il 4 settembre ai Giardini Estensi. L’ingresso è gratuito e ci sarà la possibilità di fare anche una donazione per le popolazioni terremotate.

Il Concerto d’Estate è la tappa più importante dopo un anno di festeggiamenti per il novantesimo che ha per protagonista la Verdi. «È stato un anno bellissimo e ricco di soddisfazioni – commenta Marco Ambrosetti, presidente della banda – abbiamo suonato al teatro, realizzato un libro e una mostra, abbiamo sfilato a Villach in Austria e, per chiudere in bellezza, abbiamo suonato anche da Papa Francesco». Nonostante questo «abbiamo continuato a lavorare per offrire uno spettacolo degno di nota a tutti coloro che vengono ad ascoltarci ai concerti – continua Marco Ambrosetti – dove non c’è solo la musica ma anche tanta solidarietà». La banda ha deciso, infatti, di aiutare le popolazioni terremotate. Il corpo musicale istituirà un banchetto per raccogliere fondi da destinare alle persone colpite dal sisma: «È il nostro modo per aiutarli – conclude Marco Ambrosetti –. Faremo un bonifico sul conto pubblico dell’Anci perché siamo sostenitori dell’aiuto verso il prossimo. Già nel 2012 donammo i nostri leggii alla banda di Monterosso che fu colpita da una tremenda alluvione».

 

Sull’aspetto musicale, i musicanti diretti da Giuliano Guarino sono molto determinati: «Abbiamo l’intenzione di suonare sia per il nostro pubblico che per i nostri fratelli in difficoltà – spiega Giuliano Guarino –. Questo è uno stimolo a tutta la banda per cercare di offrire una musica ancora più compatta: quella dell’unità e della solidarietà. Noi questo sappiamo fare: suonare. Il nostro aiuto sarà una goccia nel mare. Una goccia piena di musica». È con questo spirito che la banda si appresta a esibirsi in uno spettacolo dove ai brani classici vengono affiancate alcune novità con l’idea di «far emergere sonorità di gruppo creando un legame forte e positivo col pubblico che ci verrà ad ascoltare . Perché – conclude Giuliano Guarino – il nostro vero obiettivo è divertirci facendo divertire chi ci segue».

 

In caso di maltempo il concerto si svolgerà nelle tensostruttura allestita ai Giardini Estensi.

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/1177992695555194/

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

      La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti