Varese: l’università presenta “Abbasso la guerra!”

Giovedì 28 si svela il volume sul conflitto di un secolo fa del professor Fulvio Cammarano

22 gennaio 2016
Guarda anche: Varese
guerra

Giovedì 28 gennaio alle ore 11.30 nell’Aula Magna del Collegio “Carlo Cattaneo” in via Dunant 5, a Varese, sarà presentato il libro “Abbasso la guerra! Neutralisti in piazza alla vigilia della Prima guerra mondiale in Italia”, a cura di Fulvio Cammarano.

Interverranno il curatore e autore del volume, Fulvio Cammarano, professore di Storia contemporanea dell’Università degli Studi di Bologna, e il professor Antonio Orecchia, docente di Storia contemporanea all’Università degli Studi dell’Insubria.

L’ingresso è libero e aperto alla cittadinanza.

Il volume, che contiene un capitolo specifico anche sulle vicende di Varese e Como, non è solo uno studio sull’Italia alla vigilia della Prima guerra mondiale, ma affronta “cosa” la gente comune fece, cento anni fa, per rimanerne fuori, attraverso le vicende spesso violente tra il maggio 1914 e il maggio 1915 di oltre cinquanta città italiane: l’altra faccia di quella strisciante guerra civile che in genere vede come protagonista l’interventismo. Il libro porta alla luce quindi, per la prima volta, la prassi del neutralismo italiano, nelle piazze come nelle chiese, diversa per tempi, modi e caratteristiche sociali, ma espressione di una più o meno ribelle o rassegnata “eccedenza” rispetto alla grande politica.

Mentre era in gioco il futuro del Paese, in quei mesi il neutralismo rese visibile un disagio, segnale di una forte dissociazione popolare in tutta Italia e anche a Varese e Como, zone di frontiera investite dai primi giorni da decine di migliaia di persone disperate costrette a rimpatriare dal confine tedesco e francese abbandonando tutti i loro averi. Un disagio, una opposizione alla guerra che, se non trovò una sintesi e una risposta nella politica nazionale, merita di essere restituito al suo giusto posto nella Storia d’Italia.

L’evento è organizzato in collaborazione con l’Associazione “Varese per l’Italia 26 maggio 1859”.

Per gli studenti della triennale e magistrale di Scienze della Comunicazione è prevista l’attribuzione di 1/2 punto seminario, secondo quanto deliberato dal Consiglio di Corso di Studi in Scienze della Comunicazione.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti