Varese: il 23 settembre sciopero delle educatrici degli asili nido

Un'intera giornata di protesta per la chiusura del dialogo con l'amministrazione comunale

16 settembre 2015
Guarda anche: Varese
scuola infanzia asilo

scuola infanzia asilo

Educatrici degli asili nido varesini sul piede di guerra: di seguito l’annuncio di una giornata di sciopero e mobilitazione per il prossimo 23 settembre.

Dopo il fallimento del tentativo di conciliazione in Prefettura nel mese di luglio, le educatrici degli Asili Nido del Comune di Varese hanno deciso di proclamare uno sciopero per l’intera giornata del prossimo 23 settembre.

La chiusura al dialogo appare ancor più incomprensibile se si considera che le rivendicazioni, pur indirizzate a ottenere migliori condizioni di lavoro e tutela della professionalità, possono nel contempo contribuire a migliorare un servizio, come quello degli Asili Nido, che rappresenta già una eccellente risorsa per le famiglie di questo territorio.

 

Sono proprio così scandalose queste richieste delle educatrici?

 

  1. corretta applicazione del Contratto nazionale che prevede, per ogni educatrice, un calendario scolastico a contatto con i bambini di 42 settimane, mentre le ulteriori attività svolte nel mese di luglio/agosto – necessarie per completare le 47 settimane di apertura del servizio prevista dalla normativa regionale – devono essere retribuite con un compenso definito in sede di contrattazione decentrata, norma finora rimasta inapplicata;
  2. revisione e redistribuzione del pacchetto “monte ore”, ossia la banca ore a disposizione annualmente di ogni educatrice, utilizzata per progetti, formazione, incontri con le famiglie, preparazione delle attività, riordino e manutenzione dei giochi e degli ambienti, ecc. Si tratta di ore fondamentali che assicurano fluidità organizzativa e collaborazione con l’utenza;
  3. rispetto della fascia oraria lavorativa di competenza delle educatrici (7.30 – 18.00) anche per le ore relative alla formazione;
  4. verifica delle modalità di assegnazione del vestiario, non sempre idoneo alle necessità operative, quindi spesso inutilizzabile, cosa che costituisce uno spreco di denaro pubblico.

 

L’agitazione vuole anche denunciare come al Comune di Varese sia in atto una lenta ma progressiva riduzione del servizio pubblico in ambito educativo. Alcuni servizi vengono affidati al “sistema cooperative”, altri vengono addirittura chiusi. Basti pensare alla chiusura delle sezioni “primavera”, della Ludoteca (servizio molto apprezzato dai genitori) e dell’asilo nido di Calcinate del pesce; nell’ambito del settore Parascolastico, alla imminente chiusura del “Centro Intercultura”, dedicato al primo inserimento dei bambini immigrati.

 

Ma anche nei nidi la preoccupazione è forte per la tenuta del servizio in relazione alla decisione di non assumere personale nemmeno per sostituire le cessazioni.

Per questo le lavoratrici chiedono anche:

  • Garanzia di un adeguato contingente di personale in tutti i Nidi, in relazione alla prossima riapertura del Nido di Bizzozero, ai fini del mantenimento del livello qualitativo del servizio e delle sicurezza delle lavoratrici e dei bambini;
  • rispetto costante del rapporto numerico educatore/bambino stabilito dalla vigente normativa regionale, a tutela della sicurezza dei bambini e della qualità del servizio;

 

MERCOLEDÌ 23 SETTEMBRE

SCIOPERO PER L’INTERA GIORNATA DEL PERSONALE EDUCATIVO DEGLI ASILI NIDO

 

DURANTE LA GIORNATA SONO PREVISTE INIZIATIVE IN CITTÀ

 

Le educatrici sono consapevoli del disagio che arrecheranno, ma auspicano la comprensione e la solidarietà dei genitori e li invitano a partecipare al corteo (ore 9 in via Cairoli) e/o al presidio (ore 10/12 in via Sacco/Palazzo Estense).

 

Questo sciopero, se l’Amministrazione non darà segnali significativi nell’incontro ora fissato per il giorno 17 settembre, sarà solo la prima di una serie di iniziative.

Tag:

Leggi anche:

  • La banda di Moretti vuole cucirsi addosso il derby

    openjobmetis-cavaliero Dopo la vittoria in coppa l’Openjobmetis riparte dal campionato di serie A e lo fa con la sfida delle sfide. Al PalA2A arriva nientemeno che Cantù, per quello che si preannuncia un derby infuocato. A Masnago dalle ore 20.30, con diretta tv su Milanow, la squadra di coach Moretti ospiterà
  • A Buguggiate arriva la corsa benefica dei Babbi Natale

    babbi-natale-buguggiate . A questi due enti sarà infatti devoluto il ricavato dell’iniziativa. «Questa corsa è nata con il preciso scopo di raccogliere fondi da devolvere in beneficenza», raccontano gli organizzatori. «Negli anni abbiamo potuto dare il nostro contributo a realtà significative che operano sul
  • L’Hockey Varese ha presentato il progetto Inspire

    hockey-varese-progetto-inspire L’Hockey Club Varese 1977 ha presentato, questa mattina in Comune a Varese, l’edizione 2016/2017 del PROGETTO INSPIRE realizzato in collaborazione con SOS Villaggi dei Bambini Morosolo e, da quest’anno, anche con NIL – Nucleo di Inserimento Lavorativo Ambito Territoriale
  • Università dell’Insubria sempre più sportiva: brillano le atlete del mezzofondo

    oggioni_spagnoli   La gara si è svolta in Trentino Alto Adige, nel parco Segantini del Lido di Levico Terme (TN): Silvia Oggioni ha completato il percorso di 7 km nel tempo di 25:11 precedendo di cinque secondi la seconda. Da segnalare anche l’ottima prestazione di altri due studenti-atleti