Varese, Flashback

Giovedì 18 giugno alla Galleria varesina Punto Sull'Arte l'inaugurazione della mostra personale di Marica Fasoli

15 giugno 2015
Guarda anche: Culture e SpettacoloVarese
flashback

L’esposizione, curata da Alessandra Redaelli, vuole essere una carrellata su mezzo secolo di storia in cinquantadue oli su tela formato cartolina 11,5 x 15 cm. Fino al 24 luglio.


Capace di un’ipnotica fedeltà al reale, virtuosa del tromp-l’oeil, Marica Fasoli lavora su un’iperrealismo di matrice pop che gioca su cromie zuccherose e ludiche. Qui, in punta di pennello, ci racconta un pezzo del nostro passato, a partire dal 1950 fino al 2001, scegliendo per ogni anno un momento emblematico e restituendocelo poi con il suo inconfondibile guizzo ironico e profondo al tempo stesso. Una ricerca attenta l’ha portata a scovare eventi emotivamente significativi nella storia, ma anche nella cronaca, nell’arte, nella musica, nel cinema, nella politica e nel costume. Si va dalla commercializzazione della Barbie (1959) al suicidio di Marilyn Monroe (1962); dalla consacrazione della Pop Art alla XXXII Biennale di Venezia (1964) alla riabilitazione da parte del Vaticano di Galileo Galilei (1992), fino all’attentato alle Torri Gemelle (2001). La carta è motivo portante, carta da pacco stropicciata, strappata, carta di giornali incollata, pagine di fumetti e di libri, in uno squisito gioco di sponda tra realtà e artificio, tra appunto di viaggio e nostalgia.

MARICA FASOLI nasce nel 1977 a Bussolengo (Vr). Dopo essersi diplomata come Maestra d’Arte, si specializza prima in Addetto alla Conservazione e Manutenzione dei manufatti artistici su legno e tela presso gli Istituti Santa Paola di Mantova, e in seguito in Anatomia Artistica presso l’Accademia di Belle Arti di Verona. Dopo il diploma l’attività principale consiste in prestigiosi lavori di restauro (tra i principali, dipinti del Tiziano, Jacopo Bassano e Cignaroli e gli affreschi di scuola giottesca danneggiati dal terremoto a Santa Chiara ad Assisi). Dal 2002 abbandona progressivamente il restauro, dedicandosi sempre più alla passione principale, la pittura. Ha ottenuto riconoscimenti in vari premi e concorsi ed esposto in gallerie, fiere, Musei e Fondazioni, tra cui: Rocca Paolina a Perugia, Museo di Santa Giulia a Brescia, Villa Contarini (54ma Biennale di Venezia), Fondazione Matalon a Milano, Museo Internazionale della Musica a Bologna, Palazzo delle Esposizioni a Torino, Palazzo della Permanente a Milano, Museo Civico Parisi-Valle a Maccagno, CastelSismondo a Rimini, Mambo Villa delle Rose a Bologna, Museo Pecci a Prato, Palazzo del Broletto a Novara, Biblioteca Centrale Nazionale a Roma. Vive e lavora a San Giorgio in Salici (Vr).

Inaugurazione giovedì 18 giugno dalle 18.00 alle 21.00

Dal 19 GIUGNO al 24 LUGLIO 2015

Orari di apertura: mar-ven 15-19; sab 10-13 e 15-19; domenica 21 e 28 giugno 15-19

Tag:

Leggi anche:

  • Pallanuoto – La BPM Sport Management espugna Torino con una grande prestazione

    La terzultima giornata della regular season del Campionato di A1 non riserva sorprese per la BPM Sport Management. Il sette di Gu Baldineti batte in trasferta il Torino ’81 per 19-9 (3-2, 5-3, 7-0, 4-4) e grazie ad un’ottima prestazione continua la preparazione alla Final Six, in programma tra
  • Progetto Binda 2017, quando il ciclismo è passione

    Il “Progetto Binda 2017” prende ufficialmente il via martedì 25 aprile con la Piccola Tre Valli Varesine, giunta alla sua 41° edizione. La tradizionale gara – valevole come 2° prova del Giro della Provincia categoria Allievi e come 3° Trofeo Veneto Banca – si disputerà a Induno
  • La Pro Loco fa il “giro del mondo” con Paola Gianotti

    Emozionante serata nella Sala consiliare del Castello Visconteo per il “Mese della Cultura” organizzato dalla Pro Loco Fagnano Olona guidata da Armida Macchi e Paolo Bossi. Guest star del momento è stata la famosa ciclista Paola Gianotti, contattata tramite il Gruppo Sportivo
  • Pallanuoto, 24ª giornata: la BPM Sport Management nella tana del Torino ‘81

    Torna il campionato di Serie A1. Ad un mese dalle Final Six di Torino, la BPM Sport Management domani sarà proprio nel capoluogo piemontese per sfidare il sette di coach Aversa. Una sfida in cui i Mastini sono i favoriti sulla carta, ma che non dovranno assolutamente sottovalutare in quanto il